Coronavirus, tra il 1° marzo e il 30 aprile aumento di 46 mila decessi in Italia

Print Friendly, PDF & Email

Il periodo compreso tra il primo marzo e il 30 aprile 2020 ha registrato un aumento di 46.909 decessi rispetto ai 109.520 attesi. I morti dichiarati come Covid-19 nello stesso periodo sono stati 27.938. Lo riferisce l’Inps, che con una nota ricostruisce l’impatto del coronavirus in Italia.

Analizzando l’andamento della mortalità dal 1° gennaio al 28 febbraio, si era riscontrata al contrario una situazione di “normalità”. I primi mesi dell’anno sono stati interessati dall’epidemia influenzale strettamente correlata con l’andamento della mortalità.

Considerando sempre il periodo 1 marzo-30 aprile, sul fronte dei decessi a livello provinciale il confronto con il medesimo periodo del 2019 ha rilevato un incremento di circa il 10% nel territorio Piceno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI