Turismo, nel Piceno calo di arrivi e presenze

Print Friendly

ANCONA – Calo di arrivi e presenze nella provincia di Ascoli Piceno. Nel periodo compreso tra gennaio e settembre dell’anno in corso, gli arrivi sono stati 324.107 e le presenze 1.858.177, per una diminuzione rispettivamente del 5,25 e del 5,2%. Nel 2016, nel medesimo segmento, gli arrivi furono 342.064 e le presenze 1.960.141.

Nel complesso, gli arrivi in Regione sono stati 2.018.699 e le presenze 11.426.203. Dato leggermente inferiore a dodici mesi prima del 4,9% (arrivi) e dello 0,1% (presenze).

Soddisfatto il presidente Luca Ceriscioli: “E’ un risultato positivo, soprattutto per quanto riguarda le presenze, la cui diminuzione nell’area di Fermo (-11,50%) e Ascoli Piceno è stata riequilibrata dall’aumento di presenze a Pesaro Urbino (+5,84%), Ancona (+4,13) e Macerata (+1,64), che testimonia il grande investimento fatto dalla Regione per rilanciare l’immagine delle Marche e rassicurare i visitatori sulla capacità di accoglienza del suo territorio”.

CONDIVIDI