Torneo giovanile, c’è anche il figlio di Stankovic. In caso di neve partite sul sintetico

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Calcio ma anche occasione in ambito turistico. San Benedetto si appresta ad ospitare il primo torneo giovanile, che vedrà impegnate ben cinque squadre di A (Inter, Udinese, Atalanta, Sassuolo e Genoa), una di B (il Pescara) e due di C (Fermana e ovviamente la Sambenedettese).

Oltre cento gli atleti coinvolti, a cui si aggiungono allenatori, preparatori e familiari dei ragazzi, quasi tutti classe 2004. Tra loro spicca anche un figlio d’arte, il nerazzurro Aleksander Stankovic, figlio di Dejan.

Tre gli hotel che ospiteranno le rose: Sfinge, Canguro e Solarium. “Ancora una volta ci dimostriamo città capofila – affermano il sindaco Piunti e l’assessore Tassotti – l’obiettivo è proseguire questa iniziativa nel futuro. Lo sport va inteso come aggregazione e come città dello sport teniamo molto alla manifestazione. Siamo orgogliosi di ospitare chi di sicuro rappresenterà il calcio negli anni a venire. Per noi è un onore e anche un onere. Cercheremo di offrire la migliore organizzazione possibile”.

L’unico ostacolo ad oggi si chiama maltempo. Il rischio neve ha costretto i promotori a definire un piano b. In tal senso, tutte le partite in programma su campo tradizionale (vedi Riviera delle Palme) verranno spostate negli impianti in erba sintetica (Merlini o Ciarrocchi).

CONDIVIDI