sabato 20 Agosto 2022 – Aggiornato alle 05:13

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Occhio alla vista!

Evoluzione tecnologica, pc, tablet, smartphone consentono di essere sempre connessi, indipendentemente dai giorni della settimana e dall’orario
weedy

Evoluzione tecnologica, pc, tablet, smartphone consentono di essere sempre connessi, indipendentemente dai giorni della settimana e dall’orario. 

Ebbene, una ricerca ha dimostrato che gran parte della gente trascorre un lasso di tempo che oscilla tre le 6 e le 9 ore su un dispositivo digitale e una percentuale che si aggira attorno al 25% degli intervistati trascorre più di 10 ore dinanzi ad uno schermo. I motivi, in realtà, sono diversi; dal relax agli impegni professionali passando la socializzazione offerta dalle piattaforme conosciute. 

Sarebbe errato trascurare i danni che queste abitudini possono arrecare alla vista e agli occhi. 

Se non si può fare a meno di trascorrere molte ore dinanzi agli schermi, è opportuno effettuare periodicamente una visita oculistica per assicurarsi che non vi siano problemi. 

Per chiunque indossi gli occhiali è indispensabile anche, al fine di ottenere prodotti di qualità e per proteggere gli occhi, scegliere tra le possibilità offerte dal trattamento antiriflesso Crizal ® Sapphire+, Prevencia e Kids UV.

I trattamenti di cui sopra mostrano la loro validità in diversi ambiti: 

  • Proteggono dalla luce blu-viola nociva; 
  • Proteggono dai raggi UV; 
  • Garantiscono una visione sempre nitida, anche di notte; 
  • Resistono più facilmente ai graffi e sono idrorepellenti. 

Perché la luce blu-viola è nociva?

La luce blu-viola, in verità, è presente in larga misura nella luce solare, nelle luci sia da interno che da esterno; pertanto, non è errato affermare che è ovunque. 

Eppure, proprio questa larga diffusione e presenza può provocare affaticamento degli occhi, mal di testa ed un senso di stanchezza. 

Si rende quindi necessario scegliere dei trattamenti che possano offrire condizioni di confort maggiori e migliori, affinché le lenti siano in grado di bloccare i raggi blu-viola nocivi. Al contempo, però, non bloccano la luce blu-turchese che contribuisce a regolare il ciclo costituito da sonno-veglia e che influisce anche sull’umore e sulle funzioni cognitive. 

Inoltre, la luce blu nociva comporta la riduzione del battito di ciglia che idratano l’occhio; tale situazione è conosciuta come sindrome da visione

I sintomi più frequenti sono: 

  • Mal di testa; 
  • Offuscamento della vista; 
  • Occhi secchi; 
  • Collo e spalla doloranti; 
  • Visione doppia degli oggetti; 
  • Sensibilità alla luce.

Come proteggere gli occhi dalla luce blu?

Considerati i danni che la luce blu può provocare agli occhi e alla vista, è necessario adottare qualche piccolo accorgimento per scongiurare il peggio. 

Il primo consiglio è quello di abbassare le luci, affinché lo schermo del pc sia la fonte di luce principale. 

È opportuno ridurre i riflessi, in quanto lo schermo può riflettere altre sorgenti luminose come finestre, porte oppure altri oggetti presenti nell’ambiente. 

Sicuramente, il consiglio più importante è quello di ridurre l’esposizione alla luce blu, possibilmente regolando la luce direttamente dalle impostazioni del pc. 

Attenzione alla postura e alla distanza del pc. 

Soprattutto, non sottovalutare i segnali che invia il corpo. Sentire gli occhi stanchi può essere sintomo non solo del troppo lavoro ma anche di un affaticamento della vista e degli occhi. Pertanto, è il caso di non ignorare eventuali campanelli d’allarme. 

kokeshi

Ultime notizie

stuzziko

TI CONSIGLIAMO NOI…