sabato 20 Agosto 2022 – Aggiornato alle 04:55

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I videogiochi di calcio più strani e divertenti di sempre

Le simulazioni sportive sono da sempre una delle categorie più amate dagli appassionati di videogiochi in tutto il mondo
jako

Le simulazioni sportive sono da sempre una delle categorie più amate dagli appassionati di videogiochi in tutto il mondo. Basti pensare che spesso resistono per mesi interi in vetta alle classifiche dei giochi più venduti. Nel nostro Paese simulazione sportiva è spesso sinonimo di videogioco di calcio, tanto che negli ultimi anni sono nati dei team professionistici di gamer impegnati in Fifa e Pes. Ma se siamo stanchi dei soliti best seller e delle simulazioni di ultima generazione siamo capitati nel posto giusto. Oggi parleremo infatti dei videogiochi di calcio più strani e divertenti mai creati.

Partiamo dal 2022, un anno particolarmente prolifico per i videogame di calcio assurdi. In quei 12 mesi uscirono Red Card Soccer e Go!Go! Beckham! Adventure on Soccer Island. Il primo è un tradizionale gioco di simulazione calcistica. All’apparenza. In realtà il regolamento prevede l’assenza di falli e cartellini. Un titolo in cui segnare era soltanto uno degli obiettivi. Decisamente più strano il secondo in cui dovevamo impersonare un David Beckham in versione cartoon impegnato a superare ostacoli e spostare oggetti solamente con l’aiuto di un pallone.

Solo da questi due titoli si capisce come il calcio abbia “contaminato” anche altri generi e grandi classici dell’intrattenimento come le slot machine. Basti pensare alla nuovissima Football Glory, slot a tema calcistico che ci fa rivivere le imprese dei nostri campioni preferiti con tanto di colonna sonora dedicata e ambientazione liberamente ispirata al rettangolo verde.

Facciamo un passo indietro e torniamo ai mitici anni ‘90 delle sale gioco per parlare di Soccer Brawl, ovvero di un divertentissimo mix tra calcio, supereroi e trick. I calciatori di Soccer Brawl erano cyborg pieni di poteri speciali, raggi laser e super tiri. Il tutto in una versione del pallone giocata sette contro sette e soltanto con le rappresentative nazionali.

Sullo stesso stile non possiamo non ricordare il mitico Battle Soccer: Field No Asha. Uscito nel 1993, questo videogioco era caratterizzato da porte enormi e i calciatori erano mostri o super robot. Ovviamente dotati di mosse speciali in grado di stordire anche la più arcigna delle difese.

5 anni dopo uscì un altro titolo che meriterebbe di essere riscoperto. Stiamo parlando di Tecmo World Cup 1998. Qui parliamo di un gioco arcade abbastanza tradizionale (un Virtua Striker 2.0 per chi lo ricorda) in cui era possibile usare delle super mosse a seconda della squadra scelta. E quindi spazio alla Torre Eiffel e all’Arco di Trionfo con la mossa speciale della Francia o al Banana Shoot offensivo del Brasile.

Libero Grande non è assurdo come quelli di cui abbiamo parlato ma ha comunque scritto la storia e ha posto le basi per lo sviluppo dei giochi di calcio che sarebbero arrivati negli anni seguenti. Per la prima volta nel mondo delle simulazioni calcistiche era possibile scegliere un solo giocatore e controllarlo per tutta la durata della partita. Ottima grafica per il periodo (siamo nel 1998) e un game playing che sarebbe stato imitato anche da PES e Fifa negli anni successivi con la modalità carriera.

I nati negli anni ‘80 e i primi appassionati di videogames ricorderanno con una lacrima lo storico Sensible Soccer. Chi non ha mai giocato con quei calciatori che sembravano palline impazzite in un rettangolo verde e si muovevano a velocità supersonica non sa cosa si è perso. In più Sensible Soccer aveva anche una componente manageriale e dava la possibilità di acquistare e vendere giocatori.

Amiamo i giochi arcade e il calcio allo stesso tempo? Allora il titolo che fa per noi è sicuramente Head Ball 2. Uscito recentemente per dispositivi mobile, è un gioco in cui l’obiettivo è quello di vincere partite di 1 contro 1 in un minuscolo campo di calcio munito soltanto di rettangolo verde e porte. Il tutto con giocatori caratterizzati da una testa enorme (ognuno con mosse e abilità diverse) e da super poteri che aumentano di livello vincendo più partite. Semplice, veloce e divertente al tempo stesso.

sbizzura 250

Ultime notizie

stuzziko

TI CONSIGLIAMO NOI…