Tirreno-Adriatico e la sovrapposizione col Tour, Rcs: “Avevamo fatto proposte alternative”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da una parte la soddisfazione per aver evitato la cancellazione dell’evento, dall’altra la delusione per la sovrapposizione al Tour de France che, di fatto, penalizzerà la Tirreno-Adriatico.

“La pubblicazione del calendario da parte dell’UCI è un importante passo in avanti che certamente aiuterà tutte le realtà coinvolte a riprogrammare la stagione”, fa sapere Rcs Sport. “È il frutto di un lungo lavoro che, come mai prima, ha visto il coinvolgimento di istituzioni, organizzazioni, squadre e di chi a diverso titolo ha dato il proprio contributo a questa non semplice scelta. Per salvaguardare l’importante patrimonio delle corse ciclistiche e mantenerle vive si è dovuto fare qualche sacrificio anche considerando il breve arco temporale all’interno del quale si potevano inserire tutte le corse della stagione. Abbiamo fatto una serie di proposte alternative che a nostro giudizio avrebbero limitato alcune sovrapposizioni di calendario. Queste proposte non sono state recepite”.

In programma dal 7 al 14 settembre, con epilogo a San Benedetto del Tronto, la corsa dei due mari dovrà convivere anche sotto il profilo mediatico con la grande boucle.

“Riteniamo comunque questo risultato importante per la ripartenza, soprattutto in questo momento, vista la drammatica situazione sanitaria che sta colpendo tutti i settori della nostra vita”.

Con entrambi gli appuntamenti in onda sulla Rai, il rischio è che la Tirreno-Adriatico possa essere dirottata sul canale tematico Rai Sport. Un’eventualità che l’amministrazione comunale terrà sotto osservazione, anche nell’ambito di una ridiscussione dell’investimento economico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA