Stasera c’è Samb-Monza. Roselli: “Al lavoro per far ragionare tutti con un’unica testa”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “In campo con una sola testa”. E’ l’obiettivo di Giorgio Roselli in vista del suo primo match sulla panchina della Samb. Questa sera, al Riviera delle Palme, arriva il Monza di Berlusconi e Galliani reduce, tra l’altro, da una sconfitta. Una gara che si preannuncia dura e difficile.

“Io fino alla quinta giornata non guardo mai la classifica – afferma l’allenatore della Samb -. Basta guardare l’andamento di alcune squadre di serie A che all’inizio sembrano morte e poi dopo un mese iniziano a giocare come il Real Madrid”.

Un passaggio sui due punti in classifica fin qui racimolati dai rossoblù però viene fatto: “Il problema della Samb – spiega – non è quello di aver fatto due punti in quattro partite ma come li ha fatti. Credo che la squadra abbia bisogno di trovare il suo essere squadra e il mio compito, ora, è quello di far leggere meglio le cose ai calciatori sia psicologicamente che tatticamente. Se in campo scendon undici persone che ragionano in undici modi diversi è complicato lavorare. Occorre fare in modo che, in quei novanta minuti, si ragioni con una testa sola”.

CONDIVIDI