Reginaldo, problemi con il tesseramento: non ha il passaporto italiano

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO • Quello di Reginaldo alla Samb potrebbe essere un sogno irrealizzabile. Il brasiliano arrivato questa mattina per essere valutato dallo staff tecnico rossoblù potrebbe infatti non essere tesserabile con la Sambenedettese dal momento che è sprovvisto del passaporto comunitario. L’attaccante non avrebbe mai fatto richiesta del documento dal momento che nelle categorie professionistiche non esistono le limitazioni presenti invece nelle categorie dilettantistiche.

La Samb ha, in rosa, già due giocatori sprovvisti del passaporto comunitario, vale a dire il limite massimo consentito e, a prescindere da ciò, i termini per la presentazione sarebbero scaduti a dicembre 2015. Il procuratore dell’attaccante starebbe lavorando al fine di trovare una soluzione alla vicenda.

In casa Samb però fanno sapere che il regolamento, in merito, è molto chiaro: “Il problema sta nella scadenza – spiega il team manager Daniele Diomede – e sinceramente non vediamo soluzioni all’orizzonte. Quando questa mattina abbiamo saputo che il ragazzo non ha il doppio passaporto abbiamo subito capito che le possibilità di arrivare al tesseramento erano poche o nulle perché le regole sono molto chiare. Avremmo dovuto essere messi al corrente prima di questo particolare”. Occorrerà dunque capire quali possano essere le soluzioni ipotizzate dal procuratore del brasiliano.



CONDIVIDI