Paolo Montero: “La Triestina è una rivale diretta. Santurro? E’ un grande”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il tecnico della Sambenedettese Paolo Montero parla della sfida contro la Triestina che si disputerà al ‘Nereo Rocco’ di Trieste sabato 11 gennaio alle 19,30.

“Noi dobbiamo pensare che è il girone di ritorno è molto corto – dice Montero -, dura poco e in poco più di tre mesi dobbiamo disputare diciannove partite. Dobbiamo curarci bene e rimanere concentrati. La Triestina si deve riscattare; loro sono partiti come favoriti, hanno speso tanto e ora sono in difficoltà, non so quali sono i loro stimoli, ma in classifica sono lontani per lottare per il titolo. Prima dell’inizio del campionato non te lo aspettavi, ma ad oggi è una rivale diretta”.

Paolo Montero parla poi del portiere Antonio Santurro, che è sulla via del pieno recupero: “Dopo uno stop così lungo di un calciatore che ha giocato con problemi alla spalla, alla gamba, e solo per questo è stato un grande con noi, lo farò rientrare quando sarà al cento per cento. A Carpi è suo il merito di aver terminato la gara, non è voluto uscire nonostante il problema muscolare. A Trieste probabilmente esordirà Massolo.

La Sambenedettese comunica inoltre di aver raggiunto l’accordo con il calciatore Simone Brunetti per la risoluzione consensuale del contratto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA