Pallamano serie B, Monteprandone a doppia velocità pareggia contro la capolista

Print Friendly, PDF & Email

MONTEPRANDONE: Giambartolomei, A. Di Girolamo, Pantaleo 8, Coccia 7, Mattioli 5, Parente 6, P. Funari, Di Pietropaolo, Lattanzi, Carlini, Carosi, Simonetti, Khouaja, Cani 2, Curzi, Campanelli 3. All.: Vultaggio.
CHIETI: Baldassarre 3, Cesarone 1, Concas, Di Martino, Giampietro 2, Lizzi, Odoardi 3, Paolucci 6, A. Savini 11, M. Savini 5, Stipani, Faraone, D’Ambrosio, Grecu. All.: Iezzi.
Arbitri: Dionisi e Maccarone di L’Aquila.
NOTA: parziale primo tempo, 16-13.

MONTEPRANDONE – Si illude per un tempo, il primo. Rincorre per tutta la ripresa, quando crede di averla persa. Alla fine, però, la pareggia (31-31). Ed è un punto pesante quello ottenuto dall’HC Monteprandone di Andrea Vultaggio contro la capolista Cus Chieti, che frena dopo la bellezza di 12 vittorie consecutive. Per entrambe si tratta del primo pari stagionale. Mentre per il Colle Gioioso, il palazzetto dei blu, è l’ottavo risultato utile di fila: un fortino che ha fruttato 15 punti (sui 16 disponibili).
Resta illibato l’impianto monteprandonese e rimane in testa alla classifica del girone B il Cus Chieti. Anche se la prima della classe è andata in difficoltà come poche altre volte nel corso del campionato, tanto che alla fine coach Mario Iezzi si è dovuto togliere il cappello (“La loro velocità ci ha sorpresi, complimenti”). E del resto Monteprandone moriva dalla voglia di rifarsi dopo il capitombolo di Falconara. L’avvio a tavoletta, è il 7-2 dopo 8’ 32’’, è lì a certificare anche la smania di assestare lo sgambetto a un’altra grande, dopo lo splendido successo di fine novembre contro l’NHC Teramo. Chieti però resta in partita, anche grazie alla verve di Alessio Savini, topscorer della gara con 11 gol, e riesce a limitare i danni: si va al riposo sul 16-13.

CONDIVIDI