Morte Maradona, il dolore di Maxi Lopez: “Ancora non ci credo, era il nostro Dio. Con me fu fantastico, mi ha sempre difeso”

Maxi Lopez (foto Domenico Ascolani)
Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Sono addolorato, è un giorno tristissimo, ancora non ci credo”. Maxi Lopez commenta così la morte di Diego Armando Maradona. “Lui ha rappresentato quello che è il calcio”, ha detto l’attaccante della Sambenedettese. “Tutti amavamo Maradona, era il nostro Dio, calcisticamente parlando. Con me è stato fantastico, mi ha sempre difeso per le mie vicende personali, in qualche partita di beneficienza siamo stati insieme. Sono sconvolto come penso che lo siamo tutti. I messaggi che mi lasciava ogni tanto e i consigli me li porterò per sempre, era un punto di riferimento su tutto. Aveva sempre la parola giusta”.

Maxi Lopez ha proseguito: “Era unico, ineguagliabile, particolare, incredibile. Tutto quello che mi diceva lo tengo per me, sono cose personali, momenti profondi. Il più grande di tutti i tempi se ne è andato troppo presto”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI