sabato 23 Ottobre 2021 – Aggiornato alle 06:17

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

salone del bio 1
Samb

La sentenza del Tar “riattiva” anche il debito con i calciatori. Ora Renzi dovrà pagare quasi 900mila euro

Dallo staff del patron arriva la notizia che i pagamenti verranno effettuati nei tempi richiesti dalla Federazione
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
ARBITRI 250
SAN BENEDETTO DEL TRONTO
salone del bio 1

Un business plan e, soprattutto, quasi novecentomila euro da sborsare. E’ quello che serve a Roberto Renzi per mettersi in regola al fine di iscrivere la Sambenedettese in serie D. Una cifra che rappresenta la somma di tutte le pendenze legate sia alla “concessione” che la Federazione fa alla società rossoblu aprendole parte della serie dilettantistica più alta, sia al fatto che si tratta della stessa società che ha “ereditato” all’asta le pendenze sportive legate al fallimento di Serafino.

Significa che la Samb di Renzi dovrà versare nelle casse della Figc i 350 mila euro a fondo perduto richiesti in sede di autorizzazione all’iscrizione, si gli altri oltre 50mila euro necessari per l’iscrizione. E siamo a più di 400mila euro. A quelli vanno aggiunti i contributi (332mila euro) al centro della querelle che ha portato all’esclusione della società dalla serie C, e siamo arrivati a circa 732mila euro.

Ma l’esclusione dalla serie C ha comportato anche la “riattivazione” del debito con i calciatori che avevano rinunciato ad una parte degli stipendi a patto che la società rossoblu mantenesse la categoria. La serie C non c’è più ed ora quei soldi, parliamo di 145mila euro, vanno pagati altrimenti la società non sarebbe in regola e non potrebbe iscriversi neppure in D. E’ l’effetto della sentenza del Tar che ha di fatto cambiato le carte in tavola. I calciatori, attraverso l’Aic, avrebbero infatti cercato di recuperare quei soldi nell’iter del fallimento della Samb di Serafino. Ma la possibilità di iscrivere in serie D la Samb di Renzi ha ripristinato una linea di continuità e, per questo motivo, ora è l’immobiliarista romano che dovrà saldare quel debito. Quest’ultimo pagamento va effettuato entro il 16 settembre.

Cifre importanti che lo staff di Renzi, a quanto si apprende, afferma di essere pronto a pagare. E le dichiarazioni rilasciate ieri dal presidente che ha negato la possibilità di ulteriori ricorsi nei confronti del calcio italiano, conferma il tutto. La prossima settimana sarà (l’ennesima) decisiva insomma e tutti si augurano che possa una volta per tutte terminare finalmente questo infinito limbo che sta vivendo la tifoseria sambenedettese.

felicioni 250

Ultime notizie

ecorigenerati 250

TI CONSIGLIAMO NOI…