Gli 80 anni di Mazzone: “Tutto iniziò da quell’infortunio contro la Samb”. VIDEO

Print Friendly, PDF & Email

ASCOLI PICENO – Tutto iniziò da un derby con la Sambenedettese. Carlo Mazzone era quasi a fine carriera e la frattura della tibia subita in un contrasto accelerò il suo ritiro: “Non portavo i parastinchi e fu la mia sfortuna fortunata”, ha raccontato mister 795 presenze in Serie A in una lunga intervista a ‘Tempi Supplementari’, in occasione delle celebrazioni per il suo ottantesimo compleanno.

“Ero un centrocampista buono tecnicamente, ma lento. Costantino Rozzi, che ricordo con affetto, gratitudine e tanto dolore, mi disse: non ti preoccupare, saremo sempre insieme. E mi fece cominciare ad allenare dal settore giovanile”.

Il resto della storia è noto. Sulla panchina bianconera, dal 1968 al 1975, fu protagonista del doppio salto dalla C alla A, a cui seguì il ritorno nelle Marche nel 1980, dove rimase altri quattro anni conquistando, tra le altre cose, un miracoloso sesto posto nella stagione 1981-82.

“Dopo moglie e famiglia venivano l’Ascoli e Rozzi. Fare conoscere Ascoli attraverso il calcio è stato l’obiettivo più importante raggiunto”.

Per rivedere lo speciale clicca QUI

CONDIVIDI