L’alice, pesce povero ma ricco di nutrienti

Print Friendly, PDF & Email
DOTT.SSA
Maria Lucia Gaetani
Biologa Nutrizionista
Via Solferino angolo piazza Ancona
San Benedetto del Tronto
Telefono 338.2482488
Sito web: www.nutrizionistagaetani.it


L’alice o acciuga (Engraulis encrasicolus) è un pesce osseo marino spesso confuso con la sardina. Quest’ultima, appartenente alla famiglia delle Clupeidae e dalla quale si differenzia per alcuni particolari, come ad esempio il corpo allungato e snello, a sezione cilindrica. La parte superiore della mascella è pronunciata ed appuntita.

E’ un pesce molto utilizzato nella nostra cucina tradizionale regionale, ed essendo molto ricco di nutrienti utili con un contenuto energetico estremamente moderato si presta bene ad essere inserito in una dieta bilanciata.

Come tutto il pesce azzurro anche le alici sono ricche di grassi omega-tre, proteine, riboflavina, niacina, calcio, ferro, fosforo e selenio.

Quando si acquistano acciughe conservate sotto sale è bene sciacquarle abbondantemente sotto acqua corrente in modo da non assumere quantitativi eccessivi di sodio, pericolosi soprattutto per chi soffre di ipertensione.

Per le specie conservate sott’olio, si consiglia di preferire quelle in olio extravergine: da evitare quelle conservate in una confezione con dicitura “olio vegetale”, senza che venga specificato in etichetta il tipo di olio utilizzato.

Chi soffre di gotta dovrebbe assolutamente evitare il consumo di alici.

Durante la primavera e l’estate le acciughe depongono le uova da cui nascono i famosi e molto ricercati bianchetti, specialità culinaria indicata specialmente per la preparazione di tartine, frittelle ed antipasti.

Ricche di proteine ad alto valore biologico e ferro sono un valido sostituto della carne.

Sono ideali nelle diete proteiche, durante la crescita, in gravidanza.

Particolarmente ricche di omega 3 di tipo acido eicosapentaenoico (EPA) e docosaesaenoico (DHA) importanti per la funzione protettiva su cuore e arterie.

Il colesterolo è presente in quantità modeste.

E’ un pesce semigrasso e, così come tutto il pesce azzurro in genere, adatto a tutta la famiglia

Ottima fonte di calcio sono un integratore naturale per chi soffre di osteoporosi.

Le acciughe hanno anche ispirato anche svariati proverbi e modi dire:

  • di una persona magra e sottile si dice che “è un’acciuga”. 
  • Con il detto “pigiati come acciughe”si allude a quelle sotto sale conservate ben schiacciate nei barili;
  • con “farl’acciuga in barile” si intende non esporsi, passare inosservati, proprio come le acciughe nel barile, del tutto simili le une alle altre.

SPAGHETTI AL PESTO DI ALICI

INGREDIENTI per 4 PERSONE:
300gr di alici fresche, 400 gr di pasta, olive verdi n°10, cipolla, aglio, vino bianco, passata di pomodoro, olio evo, sale, prezzemolo, peperoncino.

PROCEDIMENTO: Pulire le alici eviscerandole e privandole di testa e lische. Lavarle per poi farne un battuto con l’aglio, la cipolla, il prezzemolo e le olive. In un tegame scaldare l’olio con una punta di peperoncino e versare il battuto, mescolandolo intanto che si asciuga. Bagnare con il vino bianco e appena evaporato aggiustare di sale, aggiungere il pomodoro e lasciar cuocere per 20 minuti circa.

CONDIVIDI