Il piatto preferito dell’estate: la Caprese

Print Friendly, PDF & Email
DOTT.SSA
Maria Lucia Gaetani
Biologa Nutrizionista
Via Solferino angolo piazza Ancona
San Benedetto del Tronto
Telefono 338.2482488
Sito web: www.nutrizionistagaetani.it

La caprese (pomodoro, mozzarella e basilico) è probabilmente il piatto preferito dell’estate; è un concentrato dei sapori italiani che sintetizza, con estrema semplicità, tutta la bontà del gusto italiano.

Ha le sue origini, come suggerisce il nome, nella bellissima isola di Capri ma sulla sua nascita la fantasia si è scatenata con leggende e racconti.

Una di queste fa risalire la nascita di questo piatto al secondo dopoguerra, quando un muratore, particolarmente patriottico, utilizzò una pagnotta farcita con i tre “ingredienti del tricolore alimentare” per la sua gustosa pausa pranzo!

Un’altra storia precede nel tempo questa vicenda, che collocherebbe l’inizio della storia della Caprese intorno agli anni ‘20, quando questo piatto fece la sua comparsa nel menù dell’Hotel Quisisana di Capri. Si racconta che la ricetta faceva parte di una cena futurista organizzata per Filippo Tommaso Marinetti, fondatore di questo movimento storico-culturale, il quale più volte si era posto i maniera critica di fronte alla cucina tradizionale: con la Caprese si volle stupire il poeta.

Qualcuno poi, tira in ballo addirittura il Re Farouk, sovrano d’Egitto. Nel 1951, durante una visita a Capri con la sua famiglia, desideroso di un pasto fresco e veloce, gli fu servita la tipica insalata del posto. Anche il regale palato del Re restò incantato dal profumo e dal gusto di questi sapori nostrani!

Nella sua versione ideale gli ingredienti del piatto sono: pomodori  “cuore di bue”, la cui  polpa, quasi priva di semi, ha il vantaggio di essere molto saporita, fortemente aromatica e con un leggero retrogusto piccante. La mozzarella deve essere di bufala, eccellenza campana che dona al piatto un’esplosione di gusto inimitabile e l’immancabile basilico (spezzato con le mani e mai con il coltello) e un filo d’olio extra vergine d’oliva italiano.

Il pomodoro, ricco di proprietà e benefici, è un alleato insostituibile della salute e della bellezza. Rappresenta una fonte importantissima di licopene, sostanza antiossidante che conferisce il colore rosso e che, secondo numerosi studi, sembra che rallenti la proliferazione delle cellule tumorali, proteggendo in particolare i tessuti della prostata, dei polmoni e dell’ovaio. Con solo 17 Kcal per 100 gr è uno dei cibi più light assieme al cetriolo ed al finocchio e con il suo contenuto di potassio di quasi 300mg per 100gr, è veramente utile in caso di ritenzione idrica contribuendo ad eliminare i liquidi in eccesso con un consumo regolare.

Anche il suo contenuto di vitamina C è rilevante dato che 100gr di pomodoro maturo ne contengono in media 25 mg, oltre la metà del nostro fabbisogno giornaliero.

Il basilico , pianta aromatica annuale molto apprezzata fin dai tempi remoti, è ricco di vitamine (vitamine A, B e C), di sali minerali (ferro, calcio, fosfora, potassio, magnesio…), di flavonoidi e di antiossidanti, utili per proteggere il corpo dall’invecchiamento e per contrastare l’azione dei radicali liberi

 

I valori nutrizionali della mozzarella di bufala derivano proprio dalle caratteristiche organolettiche del latte bufalino utilizzato per la sua produzione: una maggiore presenza di grassi, una buona quantità  di  calcio e fosforo. Contiene anche antiossidanti naturali come i tocoferoli e le perossidasi, maggiori concentrazioni di “lattobacilli” la cui attività enzimatica è responsabile del sapore e dell’aroma dell’alimento , presenti anche la Vitamina A, E, D e quelle del gruppo B ovvero B1, B2 e B6

Alcuni colleghi sconsigliano l’abbinamento pomodoro-mozzarella a causa della diversa azione da parte dei succhi gastrici nei confronti di questi cibi che renderebbe più difficoltosa la loro digeribilità.

Io, personalmente, focalizzerei più l’attenzione sull’ingannevole concetto della caprese come piatto leggero. 100gr di mozzarella di mucca forniscono 240 Kcal, quella di bufala circa 280Kcal per 100gr). Generalmente se ne mangiano circa 200gr per porzione, innalzando la quota calorica, solo di mozzarella, a 500 Kcal alle quali poi aggiungiamo olio e pane in abbondanza illudendoci di aver mangiato light!!!

Quindi: buon appetito ma con moderazione.

CONDIVIDI