Una mammografia? Prime date utili: ottobre 2020 a Fermo, oppure ad Ascoli a febbraio. Ma del 2021

Print Friendly, PDF & Email

ASCOLI PICENO – Sedici mesi per una mammografia nel proprio ospedale di riferimento. Dodici per la stessa prestazione ma a quasi sessanta chilometri di distanza. E’ il tempo che una residente ad Ascoli dovrà attendere prima di potersi sottoporre alla visita prenotata oggi, 9 ottobre 2019 e fissata per martedì 16 febbraio 2021 all’ospedale Mazzoni di Ascoli.

A dire la verità, la prima data che le era stata proposta era quella di ottobre 2020, vale a dire tra un anno esatto. “A quel punto – spiega – ho preferito attendere qualche mese in più e risparmiarmi quei sessanta chilometri. Un tempo di attesa impressionante per un esame che, tra l’altro, è finalizzato ad individuare o scongiurare la presenza di malattie che, se non prese in tempo, potrebbero avere esiti che tutti, purtroppo, conoscono.

Numeri che stridono fortemente con le dichiarazioni del presidente della Regione Luca Ceriscioli che, meno di un mese fa, aveva parlato di una diminuzione dei tempi di attesa. In questo caso siamo di fronte a 496 giorni di attesa per Ascoli e di oltre trecentocinquanta per Fermo contro i 180 di massima di di cui il presidente parlava nel suo intervento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI