spadu top
martedì 21 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 06:39
spadu top
martedì 21 Maggio 2024
Ultimo aggiornamento 06:39
Cerca

Porto, Urbinati all’attacco: “Torri faro a singhiozzo. Quali investimenti si stanno facendo?”

L'ex consigliere regionale punta il dito contro il lavoro dell'Autorità Portuale: "Oltre alla nuova vasca di colmata ci sono altri progetti in itinere?"
Pubblicato il 27 Dicembre 2023

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Non è completa l’illuminazione delle torri faro al porto di San Benedetto. Lo denuncia l’ex consigliere regionale Fabio Urbinati che lamenta una mancanza delle condizioni di sicurezza.

“Sono continue – afferma Urbinati – le segnalazioni di funzionamenti ad intermittenza”. L’ex consigliere regionale ed ex assessore di San Benedetto si riferisce alla torri che si trovano nell’area del porto peschereccio. Sono gli impianti che garantiscono la maggiore luminosità in un’area dove, spesso e volentieri, si lavoro nelle ore notturne.

“Qui parliamo di sicurezza di tutto l’impianto portuale – sottolinea Urbinati -. Inoltre non si sa che fine abbia fatto l’importo finanziato per una ulteriore torre faro sulla banchina Malfizia la cui illuminazione non è all’altezza della sicurezza che dovrebbe avere uno dei principali porti pescherecci italiani”.

L’autorità portuale

Fabio Urbinati

Urbinati, che ha ricoperto il ruolo di assessore comunale al porto e alla pesca tra il  2011 e il 2015, punta il dito contro l’autorità portuale. “Mi chiedo – spiega – se sia oppure no un diritto del secondo porto contribuente dell’autorità portuale di Ancona avere perlomeno tutto ciò che riguarda la sicurezza in regola. Mi chiedo inoltre oltre ad una paventata cassa di colmata che riguarderebbe tutta all’area Nord del porto di San Benedetto, ci sono altri progetti in itinere?”.

Si riferisce alla nuova vasca di colmata. Dovrebbe sorgere alle spalle del molo Nord del porto di San Benedetto del Tronto. Si tratta infatti di un intervento pianificato e messo a bilancio. Urbinati sottolinea però come si tratti dell’unico intervento in programma per l’impianto. Intervento che, va detto, è particolarmente osteggiato da molti. Ad esempio dall’ex assessore Nazzareno Torquati, attuale presidente del Consorzio Economia Ittica Sambenedettese. Ha definito la struttura “una nuova offesa alla città”.

L’ex consigliere regionale sottolinea infatti che “oltre ad un dragaggio già finanziato dalla precedente amministrazione non si è visto più nulla da questa autorità portuale. Perché?”. Stando alle dichiarazioni degli esponenti del centrodestra l’autorità portuale dovrebbe essere vicina ai problemi del porto sambenedettese. Non mi sembra che sia così”.

 

jako
fiora
garofano
coal
kokeshi
conad

TI CONSIGLIAMO NOI…