spadu top
martedì 16 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 02:56
spadu top
martedì 16 Aprile 2024
Ultimo aggiornamento 02:56
Cerca

Una task force di concessionari e albergatori. “Dateci il consorzio turistico”

Pubblicato da 

Redazione
 mercoledì 30 Ottobre 2013

SAN BENEDETTO – Una vera e propria task force per il rilancio del turismo e una proposta choc: dateci il Consorzio Turistico che lo portiamo avanti senza soldi pubblici. Si presenta così l’associazione Operatori Turistici del Piceno, con il suo presidente Luca Cantalamessa, titolare dell’hotel Fortuna, che incarna la volontà di un folto numero di albergatori e concessionari di spiaggia che hanno deciso di ritrovarsi all’interno di una realtà associativa che li rappresenti sia a livello sindacale che promozionale.

“Siamo in circa cinquanta – ha spiegato il presidente che ieri ha presentato, in Comune a San Benedetto, la nuova associazione insieme ad una quindicina di operatori, sia albergatori che concessionari di spiaggia – e la nostra volontà è quella di lavorare dal basso per il turismo”. Nel corso della presentazione, aperta dai saluti del presidente del consiglio comunale Marco Calvaresi che ha concesso l’utilizzo della sala consiliare, è stato presentato anche tutto il direttivo a partire dal vice presidente, il concessionario di spiaggia Emidio Del Zompo, ma anche Tonino Scipioni da Roccafluvione, Armando e Stefania Vincenti, Lucia Lucadei, Carlo Corona, Umberto Calvaresi e i già presidenti di Arisap e Apt Ferdinando Ciabattoni e Antonia Fanesi. Una presenza, quella degli ultimi due, non casuale.

La Operatori Turistici del Piceno entra infatti a far parte del circuito di accoglienza e promozione turistica dell’Apt e ad affiancare i ristoratori dell’Arisap. Tante le iniziative in cantiere. Nel mese di febbraio Operatori Turistici del Piceno organizzerà e convocherà un incontro plenario, gli Stati Generali del Turismo, aperto a tutti gli attori del settore, attraverso il quale osservare il settore da più angolazioni. E infine la proposta: “Chiederemo al sindaco di San Benedetto e ai Comuni interessati – ha spiegato Cantalamessa – la gestione del Consorzio Turistico Riviera delle Palme. Vogliamo portarlo avanti senza chiedere soldi pubblici ma con il solo obiettivo di utilizzarlo come cassa di risonanza per le iniziative che di promozione e di accoglienza che partono dal territorio”.

Un progetto, quello di questa nuova associazione, che parte da lontano, come ha sottolineato il presidente dell’Arisap Ferdinando Ciabattoni: “Quando un anno fa abbiamo iniziato l’avventura dell’Arisap, avevamo le idee chiare su come procedere e avevamo programmato che se avessimo avuto un buon riscontro negli operatori avremmo coinvolto anche altre categorie operanti nel turismo. Oggi possiamo ritenerci soddisfatti. Siamo riusciti a farci strada nell’opinione degli operatori anche perché, purtroppo, ad oggi il turismo, una delle colonne portanti dell’economia del nostro territorio, non è messo in buone mani. Andiamo avanti soltanto con qualche iniziative personale di qualche politico senza una vera e propria programmazione pluriennale. Questa associazione rappresenta un altro tassello verso quella autonomia di gestione turistica del territorio che ci siamo prefissati creando che possono essere l’Arisap, gli Operatori Turistici del Piceno e chissà, un domani, anche le agenzia di viaggio, per farle entrare in quella famiglia che si chiama Apt”.

© LA NUOVA RIVIERA|RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime notizie

coal
fiora
kokeshi
new edil
jako
garofano
caffe del borgo 250

TI CONSIGLIAMO NOI…