sabato 28 Maggio 2022 – Aggiornato alle 21:53

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

“Un palazzo enorme realizzato sull’arenile a Porto d’Ascoli”. Il comitato Fermiamo il Consumo di Suolo chiede incontro urgente con sindaco e assessori

Si parla di un ricorso al Tar: "Negli ultimi anni realizzate strutture che hanno impedito vista e accesso alla spiaggia"
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
SAN BENEDETTO DEL TRONTO

“Ci rivolgiamo all’attuale Amministrazione di San Benedetto, e nello specifico al Sindaco Spazzafumo e agli assessori Gabrielli e Capriotti, per porre alla loro attenzione la costruzione, permessa dalla precedente amministrazione, di un grande condominio in via San Giacomo a Porto d’Ascoli enorme e realizzato direttamente sull’arenile, dove c’era una villetta immersa in un piccolo parco, ovviamente espiantato.  Le immagini del “prima e dopo” parlano chiaro”. Lo afferma il Comitato Fermiamo il Consumo di Suolo.

“Via San Giacomo, al posto del mancato prolungamento del lungomare fino all’inizio della Area Protetta Sentina – affermano – è stata in passato preda di una speculazione edilizia protrattasi negli anni che ha impedito vista e accesso all’arenile con una sequela di residence, alberghi e condomini direttamente sulla spiaggia, e adesso quell’ultimo piccolo parco con villetta, adiacente a uno dei pochi accessi al mare sopravvissuti, è stato distrutto per far posto all’ennesimo enorme palazzo. Questo è inaccettabile”.

Il Comitato parla di un ricorso al Tar effettuato da un cittadino: “In accordo con le precedenti proteste di Italia Nostra e di Legambiente – affermano – abbiamo dunque chiesto di incontrare gli assessori Gabrielli e Capriotti, rispettivamente responsabili dell’urbanistica e dell’ambiente, per sottoporre loro quello che a noi e alle Associazioni ambientaliste del Piceno appare una situazione inaccettabile nella speranza di trovare una soluzione”.  

1941 250

Ultime notizie

olive 250

TI CONSIGLIAMO NOI…