giovedì 8 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 17:40
giovedì 8 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 17:40

De Vecchis esce dalla maggioranza: “Sindaco, hai fatto un sacco di errori. Hai fatto quello che ti pare”

Il consigliere comunale passa al gruppo misto: "La mia è stata sempre una politica basata sulla coerenza, sull’onesta e sul rispetto della legge"
marina 250

SAN BENEDETTO – Il colpo di scena, che poi colpo di scena non era, si è manifestato alle 23.50 di giovedì sera. “Comunico le mie dimissioni da capogruppo e annuncio il passaggio dal gruppo misto”, ha annunciato Giorgio De Vecchis, che ha subito precisato di non volersi riconoscere negli altri due attuali esponenti del misto, Umberto Pasquali e Martina De Renzis, considerati membri di maggioranza a tutti gli effetti.

“Chiedo scusa alle mie colleghe del gruppo, la mia è stata sempre una politica basata sulla coerenza, sull’onestà e sul rispetto della legge. Ragiono così da venticinque anni. Per questa maggioranza rappresento un problema. Sindaco, se pensi che sia un ostacolo, ti libero dal problema. Mi aspetto che da domani farai correre questo Comune, ma non ne sei in grado. Hai fatto un sacco di errori e hai fatto quello che ti pare”.

La crisi si è concretizzata alla ripresa della discussione sul bilancio consolidato, dopo i trenta minuti di dibattito secretato.

“L’amministrazione deve governare la macchina, non scenderci a patti.  Questo Comune ha un problema da un po’ di tempo. Io ho posto domande al sindaco mentre questo consiglio era secretato. Erano domande elementari che non hanno ottenuto risposta. Le partecipate assorbono il 20% del nostro bilancio. Che volete che siano 12 milioni di euro l’anno? Non mi sarei mai aspettato che qualcuno mi chiedesse di votare una delibera che contiene un grosso conflitto di interessi. Io in una maggioranza di questo tipo dove evidentemente non valgono le regole e le spiegazioni tecniche non ci sto”.

Il bilancio consolidato è comunque stato approvato, anche se con soli 12 voti favorevoli. Tra questi pure quelli di Barbara De Ascanis e Giselda Mancaniello. Il centrodestra non si è espresso, mentre Rivoluzione Civica ha optato per l’astensione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

conad 250
centrotermica 250

TI CONSIGLIAMO NOI…