Tavoli e sedie fuori dai locali, Piunti: “Chi non rispetta le regole deve temere. Serve collaborazione”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Chi ha rispettato le regole non ha nulla di cui preoccuparsi, chi invece non l’ha fatto deve temere, e tanto”. Pasqualino Piunti annuncia il pugno di ferro contro quelle attività che, collocando all’esterno delle loro strutture sedie e tavoli, non hanno rispettato le disposizioni del Comune. Il provvedimento, varato lo scorso maggio, si poneva l’obiettivo di andare incontro agli esercenti, consentendo di recuperare fuori dai locali gli spazi persi all’interno a causa delle regole sul distanziamento, imposte dall’emergenza covid.

L’occupazione di suolo può essere ampliata fino a un massimo del 100% e si può realizzare fino ad una distanza di 100 metri dal locale.

Le aree prese di mira dal sindaco sono soprattutto quelle del centro: piazza Matteotti, piazza Giorgini, via Montebello. Qui in poche settimane sono comparse sedie, tavoli e in alcuni casi anche delle coperture.

“Il settore urbanistica sta analizzando i singoli casi – precisa Piunti – sono molto attento sul discorso della fruibilità, sia perché si invade un terreno che è di tutti, sia per una questione di sicurezza. In questi giorni abbiamo annullato processioni per il pericolo assembramenti e poi ci troviamo di fronte a certe situazioni”.

L’attuale regolamento rimarrà in vigore fino al 31 ottobre. “Vediamo come vanno le cose. Io chiedo il rispetto puntuale delle norme, si deve collaborare. Noi siamo stati fin da subito vicini alla categoria dei commercianti, mi aspetto collaborazione. La maggioranza delle persone si sta comportando correttamente, ma proprio per tutelare questa fetta di persone occorre isolare chi corretto non è. Penso che siano d’accordo con me pure le associazioni di categoria”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA