mercoledì 1 Febbraio 2023
Ultimo aggiornamento 11:16
mercoledì 1 Febbraio 2023
Ultimo aggiornamento 11:16

Spazzafumo incontra la marineria: “Ridare vigore all’area portuale”

"La marineria è da sempre lustro per la città, grazie al suo indotto economico e lavorativo molto importante e soprattutto in forte espansione"

Nella tarda mattinata di giovedì 9 settembre, il candidato Sindaco Antonio Spazzafumo, ha incontrato una delegazione dell’Associazione “Impresa di Pesca” capitanata dal presidente Giuseppe Pallesca.

Si è prestata attenzione alle proposte degli imprenditori, i quali hanno messo in risalto il problema del dragaggio non ancora pienamente risolto poiché manca la messa in sicurezza dell’imboccatura; i piccoli interventi già effettuati non sono stati risolutivi. Un dragaggio definitivo permetterebbe alla cantieristica di poter effettuare il rimessaggio di imbarcazioni di grandi misure, ad esempio yacht, i quali attualmente, non riuscendo ad entrare in porto, non possono usufruire dei servizi messi a disposizione dai cantieri sambenedettesi, definiti i migliori in Italia. Inoltre, lo sviluppo di questa attività, potrebbe rivelarsi un indotto economico di forte rilevanza, nonché di grande prestigio, per tutto l’ambiente portuale della città.

A tutto questo si aggiunge la difficoltà di non avere un flusso di corrente elettrica adeguato a sopperire al fabbisogno delle grandi imbarcazioni. Inoltre, i costi relativi alla fornitura di energia elettrica ed acqua sono ormai fuori mercato, dato che da tempo non si prende in considerazione una rinegoziazione delle tariffe con i relativi fornitori. L’attuale sistema dell’asta del mercato ittico risulta obsoleto, come anche lo stato delle banchine, dei manti stradali e degli ormeggi.

La marineria conta ad oggi circa 80 imbarcazioni, tutti lamentano che non ci sia un cambio generazionale, ma occorrerebbe in primis pensare ad una formazione adeguata per i ragazzi che intendano approcciarsi a questo mestiere difficile, ma non impossibile. I presenti, a tal proposito, hanno suggerito l’utilizzo dei magazzini siti nell’area adiacente alla GEM Elettronica, i quali furono realizzati con fondi destinati alla pesca, che attualmente sono destinati ad uso deposito da parte del Comune.

L’ idea sarebbe quella di riqualificarli, allestendo all’interno alcune aule per la formazione dei futuri marittimi ed alcuni uffici per la sede dell’Associazione “Impresa di Pesca” e per la sede distaccata del CNR, la quale più volte ha richiesto di insediarsi a San Benedetto del Tronto, ma non è mai stato dato riscontro in merito.

Spazzafumo ha accolto positivamente tutte le proposte, ed in caso di vittoria alle prossime elezioni, ha offerto il suo impegno nella realizzazione di quanto richiesto, poiché ha già una rosa di tecnici al lavoro per la progettazione e realizzazione di quanto più possibile per la marineria sambenedettese attraverso l’ausilio dei Fondi Europei.

“La marineria è da sempre lustro per la città, grazie al suo indotto economico e lavorativo molto importante e soprattutto in forte espansione. L’attenzione che la nostra coalizione ha nei confronti di tutta l’area portuale è alta poiché il porto, da sempre, rappresenta un importante bacino di opportunità di lavoro, sia relativamente alla cantieristica navale specializzata, sia e soprattutto relativamente al turismo marittimo. L’intenzione di tutta la coalizione di Spazzafumo è quella di ridare vigore ed energia a tutta l’area portuale, ed insieme alla ristrutturazione dello stadio Ballarin, la zona tornerà a vivere splendori economici, culturali e turistici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

jako
onova 250
casereccia 250
logobianco

Le Rubriche

Sfogliando               Pausa Caffè               Podcast

TI CONSIGLIAMO NOI…