Soppressione servizio alcologico, Papetti: “Copione già scritto. Le famiglie sono uscite distrutte dal consiglio”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo tre giorni non si placa la rabbia di Renziero Papetti per la bocciatura della mozione che chiedeva il ripristino del servizio risposte alcologiche nella struttura di via Manzoni.

“Un copione già scritto – dice Papetti – abbiamo assistito ad una discussione deprimente dove la verità era la grande assente”.

A difendere le ragioni della maggioranza ci hanno pensato l’assessore al sociale Carboni e, a sorpresa, le consigliere comunali Girolami e Crescenzi. Interventi che a detta del promotore del servizio non erano farina del loro sacco: “Scritti e letti, con copia e incolla preparati ad hoc da qualcuno dietro le quinte. Noi andremo avanti con dignità, passione e coraggio. Coraggio che è mancato alla maggioranza venerdì”.

Ad assistere alla discussione c’erano pure diversi utenti: “Le famiglie sono uscite distrutte – prosegue Papetti – io ancora non riesco a realizzare e a credere che tutto ciò sia accaduto. Vedo ancora gli sguardi “persi” delle famiglie presenti che già hanno fatto uno sforzo incredibile a mostrarsi, mi guardavano incredule  e provo profondo dispiacere per loro. Hanno avuto il coraggio di dire che la dottoressa ha rifiutato di proseguire con la cooperativa, cosa non vera non c’è nulla di scritto al riguardo. Anziché rafforzare e salvaguardare una grande realtà sociale di alto livello, si è pensato bene di ridurla a brandelli, vanificandola, togliendole un’identità ormai consolidata è radicata nel nostro territorio. Sono e siamo rammaricati, tutte le persone che conoscono o sono venute a conoscenza di ciò che è accaduto sono contrarie a questa chiusura”.

Papetti infine elogia l’opposizione: “Voglio ringraziare pubblicamente i consiglieri di minoranza per il loro impegno fuori da ogni coinvolgimento strumentale e politico, ci tengo a precisare che sono stato io a cercare loro e a metterli a conoscenza di quanto stava accadendo altrimenti tutto sarebbe rimasto sepolto e dimenticato. Hanno esposto in maniera precisa ed articolata la problematica studiandola ed approfondendola. Di certo cosa che è mancata dall’altra sponda”.

CONDIVIDI