Scuola Battisti, Vesperini ringrazia genitori e insegnanti. E attacca Piergallini: “Più concretezza e meno articoli autocelebrativi”

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – Il capogruppo di Grottammare Città Unica Lorenzo Vesperini, ha ringraziato i genitori e gli insegnanti della Scuola Materna Battisti per il lavoro di segnalazione svolto negli ultimi anni, il quale ha agevolato le azioni di ripristino della struttura. “Dopo le opere di ripristino presso la scuola Battisti” – dichiara Vesperini – “come gruppo Città Unica, ci sentiamo di ringraziare genitori e insegnanti che con dedizione e attenzione ne hanno segnalato le criticità presenti e hanno agevolato le azioni di ripristino, fiduciosi che questo sia un primo passo verso la soluzione che dovrà trovare compimento nel periodo estivo, con azioni definitive a scongiurare la costante presenza di umidità da risalita per capillarità”. 

Il Consigliere d’opposizione ha approfittato della questione per sferrare un attacco diretto all’Amministrazione, calcando la mano sulle responsabilità del Sindaco Enrico Piergallini: “Non entriamo nella polemica sterile alzata dal sindaco, tra lettere inviate alle famiglie e promesse di finanziamento per il ripristino delle aule e che, dopo la nostra denuncia in consiglio comunale, ha rimediato chiedendo il risarcimento dei danni ai responsabili del manufatto costruito nel 2008 e ad oggi inagibile. Consigliamo al primo cittadino di rispolverare in archivio i solleciti a lui indirizzati sulle difformità riscontrate a suo tempo (anno 2013) dal dirigente scolastico che analizzava in modo analitico (sic) i rischi e rilievi non conformi al decreto legislativo 81 sulla  sicurezza di tutti gli occupanti (alunni, insegnanti e collaboratori) presenti nella scuola materna Battisti. Ricordiamo che le pericolosità riscontrate a suo tempo sono ancora ad oggi, a distanza di cinque anni, presenti nella struttura: pavimentazione disconnessa, vetrate interne non a norma, arredi non a norma, finestre non idonee per ricambio aria, tendaggi non a norma, spigoli vivi, finestre con vetri incrinati, infiltrazioni d’acqua, etc., nel rispetto dei cittadini la invitiamo ad agire in modo responsabile alle richieste formulate dal preside  e non con i soliti articoli “tutto risolto” in stile prima repubblica nascondendo i problemi sotto il tappeto”.

Vesperini continua: “Un buon sindaco agisce per la città in silenzio senza articoli autocelebrativi ed è concreto, cercando di collaborare per migliorare la città”.