Salvini a Grottammare: “Il Governo chiede agli italiani di portare le mascherine, ma poi fa sbarcare migliaia di clandestini”. FOTO-VIDEO

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – Tanti militanti hanno accolto all’Hotel Parco dei Principi di Grottammare Matteo Salvini, di nuovo nelle Marche dopo il mini-tour di inizio luglio. Il leader della Lega ha incontrato le associazioni di florovivaisti della zona, a cui è seguita la visita nel ‘Vivaio Marconi’. Successivamente l’ex Ministro si recherà a Cupra Marittima, dove incontrerà gli elettori al Largo Martiri delle Foibe.

“E’ incredibile che il governo chieda agli italiani sacrifici, mascherine e distanziamenti e che nello stesso tempo faccia sbarcare migliaia di clandestini che girano l’Italia indisturbati”, ha affermato Salvini appena arrivato. Commenti anche sulla ripartenza delle scuole e la nuova legge elettorale: “C’è il problema degli insegnanti precari da stabilizzare, di tutto c’è bisogno tranne che di banchi con le rotelle. La legge elettorale migliore? Quella che la sera del voto consente di conoscere nome del vincitore. La legge elettorale delle Regioni funziona, il 21 settembre si saprà chi governerà le Marche”.

In merito alla crisi del settore florovivaistico, Salvini è stato chiaro: “Le piante non vendute non le vendi più. Non è come un vestito, che magari puoi acquistarlo in futuro. Il lavoro perso dai vivaisti non verrà recuperato, occorrono finanziamenti a fondo perduto. Non puoi indebitare gente che ha visto annullate da marzo a giugno battesimi, cresime, comunioni, matrimoni”.

Immancabili i selfie con i simpatizzanti, stavolta scattati con addosso la mascherina. Al fianco di Salvini, oltre al coordinatore regionale Riccardo Marchetti, anche il commissario provinciale Andrea Maria Antonini, la segretaria locale Laura Gorini, Cristina Berni e l’imprenditore Leo Bollettini. A fare gli onori di casa l’assessore sambenedettese e titolare dell’albergo, Filippo Olivieri.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI