martedì 27 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:28

      FERMO       MACERATA       ANCONA       PESARO-URBINO       DALL’ABRUZZO      

logopng
martedì 27 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:28

PUBBLICITA’ ELETTORALE

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Regione, il Pd chiede la sostituzione degli assessori candidati al Parlamento: “La giunta sia di nuovo operativa”

Mangialardi e Cesetti: "O Acquaroli ha assecondato convintamente le irresponsabili scelte dei suoi collaboratori, oppure è così politicamente debole da non essere in grado di richiamarli agli impegni che si erano presi con i cittadini"

PUBBLICITA’ ELETTORALE

  
utes

“Considerato che oltre la metà degli assessori regionali sono impegnati nella campagna elettorale e hanno di fatto abbandonato da oltre un mese le loro funzioni istituzionali, dopo averle utilizzate a tale scopo negli ultimi due anni, chiediamo che il presidente Acquaroli provveda a revocare i rispettivi incarichi a Castelli, Carloni, Latini e Aguzzi, procedendo contestualmente alla loro sostituzione”. A chiederlo sono il consigliere regionale del Partito Democratico Fabrizio Cesetti e il capogruppo Maurizio Mangialardi.

“Stiamo vivendo giornate cruciali – spiegano i dem – durante le quali anche i governi regionali sono chiamati ad assumere tempestivamente tutti i provvedimenti necessari a mettere al riparo famiglie e imprese dagli effetti del caro energia che rischia di innescare nei prossimi mesi una crisi economica e sociale ben peggiore di quella vissuta negli ultimi due anni a causa del Covid. È molto grave che Castelli, Carloni, Latini e Aguzzi, incuranti del futuro dei marchigiani, non abbiano avuto il buon senso di dimettersi dopo la loro candidatura, paralizzando i lavori della giunta regionale in un momento così importante. Ma ancora peggio, se possibile, è il comportamento di Acquaroli: o il presidente ha assecondato convintamente le irresponsabili scelte dei suoi collaboratori oppure, più probabilmente, è così politicamente debole da non essere in grado di richiamarli agli impegni che si erano presi con i cittadini all’inizio della legislatura. In entrambi i casi, si tratta di un danno enorme per il tessuto economico e sociale della regione. Anziché continuare a eseguire gli ordini che gli vengono impartiti da Roma, suggeriamo ad Acquaroli di fare uno sforzo di autonomia e di rispondere per una volta ai bisogni della nostra comunità procedendo in tempi brevissimi alla sostituzione degli assessori candidati”.

la baia
Pappa e Ciccia

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

senduicceri
kokeshi
centrotermica 250

TI CONSIGLIAMO NOI…