Regione, il Pd apre al candidato esterno. Gostoli: “E’ l’unica soluzione”

Print Friendly, PDF & Email

Il candidato alla presidenza della Regione del centrosinistra potrebbe non essere del Pd. Ad avanzare l’ipotesi è lo stesso segretario dem Giovanni Gostoli: “Il Pd ha tante personalità capaci e autorevoli, capaci di stare tra la gente, ma bisogna riconoscere che nel partito per il dibattito interno di questi mesi non può esserci una candidatura unitaria. I problemi di oggi vengono da lontano e hanno condizionato la percezione della nostra azione di governo. Per questa ragione l’unica soluzione che può costruire qualcosa di più grande e unire tutti, è fuori da noi. Dobbiamo essere coraggiosi, è vero, ma anche umili e soprattutto mai arroganti”.

All’indomani dell’incontro con gli alleati della coalizione lo scenario sembra essere più complesso di prima. “Ci chiedono un cambio di passo, unità e una fase nuova. Ascoltarli è importante, perché da soli non andiamo da nessuna parte, ma insieme possiamo costruire una nuova stagione per le Marche. Quindi basta polemiche e personalismi, logiche di parte, e torniamo a guardare prima di tutto al bene comune. Non è solo buona politica, ma l’unica scelta di buon senso che possiamo fare per i marchigiani”.

Prosegue Gostoli: “Si può vincere se siamo capaci di aprire una fase nuova con una larga coalizione unita e competitiva. Prima andiamo avanti su questa strada, uscendo da un chiacchiericcio logorante, e prima riusciamo a lavorare per coinvolgere nelle liste persone e realtà civiche con le quali abbiamo già vinto le elezioni amministrative nella stragrande maggioranza dei comuni e delle città”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA