Porto, tra interventi parziali e un dragaggio mai effettuato. La vergogna di una stagione di promesse non mantenute

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Occorre dragare, e occorre farlo immediatamente. Negli ultimi anni il porto di San Benedetto è stato teatro di due interventi provvisori che sono serviti a poco o nulla. L’incagliamento del S. Cosma e Damiano di questa sera rappresenta soltanto l’episodio più eclatante di tutta una serie di difficoltà che le barche, in fase di rientro dalla pesca, hanno incontrato. Basti pensare che, mentre l’imbarcazione di pesca volante si stava fermando per il fondale troppo basso, altri pescherecci hanno toccato, incontrando seri problemi a procedere verso il porto.

L’intervento di dragaggio definitivo deve essere effettuato quanto prima e, a prescindere dalle responsabilità, è una cosa vergognosa che questa situazione sia stata trascinata in avanti in maniera così irresponsabile. In tempi di campagna elettorale torneremo a sentir parlare di promesse, di date, di scadenze. Ma occorrerà, in quelle occasioni, ricordarsi di tutte le aspettative create sull’intervento di riduzione della massa di sabbia nel porto di San Benedetto che non hanno mai avuto seguito.