Piunti: “Parola d’ordine sobrietà. Con noi la città è più sicura”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Parola d’ordine “sobrietà”. Il bilancio del 2018 di Pasqualino Piunti è più che altro un’analisi completa di due anni e mezzo di mandato amministrativo.

“Il nostro obiettivo è sempre stato quello di annunciare progetti che siamo certi di portare a termine”, dice il sindaco. “Ci siamo concentrati sugli aspetti più urgenti, ossia decoro e sicurezza. La città è più pulita e più sicura, ma possiamo fare di più. Siamo intervenuti concretamente finanziando l’impianto di videosorveglianza”.

In tema di lavori pubblici, Piunti cita la prossima riqualificazione di piazza Montebello, i lavori alla scuola Miscia e, ovviamente, il Ballarin. “Sull’ex stadio della Samb nessuno ci aveva mai messo mano. Partiremo con la messa in sicurezza e il decoro, successivamente decideremo insieme come muoverci”

Confermata l’accensione del mutuo per un massiccio piano asfalti che potrebbe salire dagli attuali 600 mila euro al milione.

Non manca il riferimento al completamento del lungomare. Il progetto preliminare di 3,2 milioni è stato approvato a dicembre. Di pari passo è stato vinto il bando riguardante il rifacimento della pista ciclabile del litorale, che porterà nelle casse del Comune 400 mila euro.

CONDIVIDI