giovedì 26 Maggio 2022 – Aggiornato alle 19:31

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

VERSO IL VOTO

Pd, Giobbi: “Canducci e Angelini convergano sulla Bottiglieri. Andiamo assieme a battere la destra”

Il coordinatore del circolo centro: "No alle primarie, non voglio rifare il percorso del 2016"
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
SAN BENEDETTO DEL TRONTO

“Canducci e Angelini convergano sulla civica Aurora Bottiglieri e andiamo tutti uniti a battere le destre”. Lo chiede Roberto Giobbi che azzera così ogni possibilità di primarie di coalizione. “Io confermo il mio no – afferma il segretario del circolo centro Pd – posizione espressa nell’unione e in tutte le riunione dove si è parlato di primarie; non ho nessuna necessita di ribadire questa mia decisione scrivendo a Ricci perché l’ho già fatta presente nelle due riunioni on line che l’esecutivo ha avuto con lui e dove nessuno dei presenti ha espressamente chiesto di fare le primarie. A Ricci ho chiesto di favorire il dialogo tra le parti, non di organizzare una battaglia campale che produrrebbe solo ferite difficili da rimarginare prima delle prossime elezioni di ottobre. La battaglia campale questo partito l’ha subita nel 2016; vorrei ricordare il comportamento assurdo tenuto da tutti prima delle primarie, durante le primarie, durante la campagna elettorale, nel primo turno e soprattutto nel ballottaggio. Vogliamo rifare quel percorso? No grazie”.

Giobbi analizza quindi il rapporto in corso con i Cinque Stelle: “Dopo un leale confronto si è raggiunto l’accordo sul programma e quindi sarebbe un grave errore andare divisi, non decidere e far passare ancora tempo potrebbe essere un errore imperdonabile e irrecuperabile”.

Un pensiero va anche a Canducci: “Dice che sono più le cose che ci uniscono che quelle che ci dividono, faccio notare che la sua frettolosa ed isolata decisione di candidarsi fatta quando era il tempo di organizzare compatte e stabili alleanze fondate su programmi ambiziosi ma al tempo stesso realizzabili è il vero elemento di divisione. Un atto di generosità non semplice da fare, ma ricordo il segretario comunale Claudio Benigni lo ha già fatto per tornare a discutere e favorire l’accordo”.

cafe express 250

Ultime notizie

contaldo 250

TI CONSIGLIAMO NOI…