Ospedale, Urbinati: “Non mi hanno invitato in commissione. Piunti ha paura di me”


Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Non sono stato invitato, per questo non ci sarò”. Fabio Urbinati non parteciperà alla commissione sanità di martedì e accusa il sindaco di “scorrettezza istituzionale” per il mancato coinvolgimento.

“Senza invito non ha senso presenziare – ribadisce il consigliere regionale – lui la scorsa estate è stato ricevuto istituzionalmente in Regione per discutere del piano sanitario. E’ stato l’unico sindaco delle Marche ad avere questa possibilità. Altrettanto dovrebbe fare lui, rappresenta una carica importante”.

Urbinati in queste ore invierà una lettera ai sindaci di San Benedetto, Monteprandone e Massignano. “Hanno approvato in assise la mozione contenente la richiesta di realizzare un ospedale di primo livello sulla costa e uno di base ad Ascoli, in opposizione alla soluzione di Spinetoli. Se questa posizione riescono a condividerla con Fioravanti, presenterò immediatamente un emendamento”.

L’ex assessore è convinto che il gelo da parte di Piunti sia legato al timore di un faccia a faccia. “Gli metterei sotto al naso tutte le contraddizioni di cui è stato protagonista nell’ultimo anno e mezzo. Prima o poi si dovrà confrontare con me, lo so che ha paura. Mi candiderei a sindaco solo per godere di un confronto con lui. Solo questo scenario varrebbe una candidatura”.

Urbinati tenta infine di fare chiarezza sulla delibera approvata dalla Regione il 30 dicembre: “Il piano sanitario supera quella delibera. Italia Viva ha preso una posizione chiara. L’iter non può iniziare senza una chiara analisi costi-benefici. E’ stata inopportuna quella delibera, così come lo è stata la conferenza della Casini a Spinetoli”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI