Ospedale, Baiocchi: “Quanto costerà davvero la struttura di Pagliare?”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Nessuno ci spiega cosa si intende per ospedale di eccellenza, una definizione ripetuta fino alla nausea”. Nicola Baiocchi interviene ancora una volta sulla polemica riguardante l’ospedale e se la prende con la Regione.

“Il Madonna del Soccorso era già un’eccellenza, qualcuno ci spieghi perché le scelte politiche lo hanno spogliato, ridotto di personale, di servizi e di posti letto, nonostante sia l’ospedale con il maggior bacino di utenza, il maggior numero di casi e di accessi al Pronto Soccorso”.

Il presidente del comitato Salviamo il Madonna del Soccorso parla quindi della scelta di Pagliare. “Secondo Anna Casini il costo sarà di 250 milioni, senza avere alcun progetto, alcuna stima della superficie complessiva, dei servizi. Si parla senza nessun elemento concreto e senza mai citare i costi reali di mercato. I sindacati regionali, tra cui la Cgil che possiamo presumere la Casini conosca benissimo, hanno affermato nello scorso dicembre che i tre nuovi ospedali (Pesaro, Macerata, Pagliare) alla fine, dopo 25 anni, costeranno 3 miliardi. Pertanto Pagliare non potrà costare meno di 700 milioni. Centinaia di milioni che saranno sicuramente sottratti alla medicina sul territorio, alla prevenzione, ai servizi sociali, allo stesso personale ospedaliero. Per il Comitato è evidente che questi silenzi, dimenticanze, distrazioni non siano affatto casuali. Come le ripetute affermazioni inconsistenti, vaghe, evanescenti e soprattutto fumose. Attenzione però: il fumo nuoce alla salute”.

Baiocchi si rivolge dunque al governatore: “Ai sindaci del Piceno Ceriscioli disse che l’ospedale di Pagliare avrà 487 posti letto per acuti. L’Area vasta 5 dispone in questo momento di 483 posti letto per acuti. Ci spieghi dove si prenderanno i posti letto per acuti di Ascoli e San Benedetto, dato che, come hanno affermato ripetutamente gli ospedali attuali non chiuderanno”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI