martedì 27 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 22:33

      FERMO       MACERATA       ANCONA       PESARO-URBINO       DALL’ABRUZZO      

logopng
martedì 27 Settembre 2022
Ultimo aggiornamento 22:33

PUBBLICITA’ ELETTORALE

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Offida, la lista Obiettivi Comuni: “La linea nord del depuratore del Tesino è tornata a funzionare. Ma non basta”

"Resta comunque un depuratore incapace di lavorare a fronte delle quantità che è costretto a ricevere”

PUBBLICITA’ ELETTORALE

  
marina 250

“Noi come consiglieri comunali ci siamo sempre posti a sostegno e tutela dell’interesse pubblico. Abbiamo dato riscontro a quanto evidenziato dai nostri concittadini e seguito i vari temi che ci sono stati nel tempo rilevati. Come sapete sono due anni che, dopo segnalazioni di privati seguiamo e attenzioniamo pubblica informazione ed enti preposti in merito al fiume Tesino”. Lo affermano i componenti della lista civica di Offida Obiettivi Comuni.

“Abbiamo effettuato sopralluoghi più volte a settimana, portando documentazione fotografica, video sia ai mezzi di informazione che alla Provincia, alla Regione e al Comune. Mai ci saremmo immaginati di dover insistere così tanto e così a lungo per veder cambiare qualcosa. Dopo tre esposti, oltre ad altri depositati da privati e dopo una nostra querela, finalmente, attenzionato il Ministero alla Transizione Ecologica, è intervenuto il Reparto Ambientale Marino indicando tempi ed modalità chiare per la messa a norma dell’impianto con redazione di progetti per il gestore e per le aziende. Possiamo dire che intanto dal giugno scorso la Linea Nord del depuratore, inattiva dal 2018 è tornata a funzionare. Ma non basta, resta comunque un depuratore incapace di lavorare a fronte delle quantità che è costretto a ricevere”.

Il gruppo di minoranza rivela che la Ciip ha affermato che ciò che occorre è la progettazione per l’ampliamento del Depuratore a 25.000 abitanti equivalenti, ottenere le dovute autorizzazioni e realizzare l’opera con tempi di esecuzione che vanno dai 3 ai 4 anni. “Il sindaco di Offida, Luigi Massa, ha tenuto a precisare che l’incontro non aveva ragione di essere convocato visto che ci sono progettazioni in corso e l’iter amministrativo è stato avviato e condiviso con gli organi istituzionali, compreso il Ministero della Transizione Ecologica e ha voluto ribadire che il problema igienico sanitario non risultava alla sua persona. Nonostante fosse al corrente di tutte le segnalazioni dell’Arpam e nel 2021 aveva anche fatto una conferenza stampa dicendo che i dati Arpam gli davano ragione ed era tutto apposto. Detto ciò, domenica 11 settembre abbiamo ricevuto segnalazioni di odori nauseabondi, che duravano da oltre 20 giorni, all’altezza del campetto in sintetico di Santa Maria Goretti. Purtroppo siamo ancora lontani dalla risoluzione del problema e vorremmo capire il perché di tanto lassismo, il perché sia così difficile mettere fine a tanto degrado e, soprattutto, quanto ci è costato e ci costerà in termini di salute e sotto l’aspetto ambientale. Siamo in un momento in cui tutti si riempiono la bocca parlando di Transizione Ecologica e la nostra amministrazione fa anche parte della rete dei comuni sostenibili. Nonostante questo, a fronte di due nostre richieste di consiglio Comunale straordinario per il commissariamento dell’impianto e per costituirsi parte civile nelle eventuali cause contro i responsabili del cattivo funzionamento del depuratore, il sindaco e la maggioranza tutta, oltre a votare contro la nostra proposta ci siamo senti dire che eravamo passibili di denuncia procurato allarme”.

sbizzura 250
casereccia 250

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

marina 250
arbitri
casereccia 250

TI CONSIGLIAMO NOI…