Nasce anche a San Benedetto il Movimento delle Sardine. Lo ha creato Marco Calvaresi

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nasce anche in Riviera il movimento delle “Sardine”, vale a dire il popolo di persone che si oppongono e contestano il leader della Lega Matteo Salvini e le sue politiche. A creare il gruppo rivierasco, su Facebook, è stato l’ex presidente del consiglio comunale Marco Calvaresi che, in poche ore, ha radunato un notevole numero di seguaci.

Fanno parte del gruppo, tra gli altri, gli ex sindaci Paolo Perazzoli e Giovanni Gaspari, il consigliere regionale di Italia Viva Fabio Urbinati, la consigliera comunale Pd Maria Rita Morganti, ma anche esponenti della politica locale come Claudio Benigni, Pier Giorgio Giorgi, Alessandro Marini. Presente anche il presidente dell’associazione Nati in Adriatico Pietro Ricci. Ma anche persone appartenenti alla società civile.

Il movimento delle «sardine» è diventato il simbolo della protesta anti-Salvini dopo la mobilitazione di giovedì scorso a Bologna. A spiegare l’origine del nome sono stati i quattro ideatori del movimento, Mattia Santori, Andrea Garreffa, Giulia Trappoloni e Roberto Morotti, che in una settimana hanno ideato uno slogan («L’Emilia Romagna non abbocca», ma anche «Bologna non si Lega») e il rispettivo simbolo. Le sardine, piccoli pesci che si stringono e si spostano in gruppo, sono state pensate in contrapposizione allo «squalo» dell’ex ministro dell’Interno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI