Montalto, il sindaco attacca il ministro De Micheli: “Le accuse ai terremotati rappresentano il fallimento del suo partito”

Print Friendly, PDF & Email

MONTALTO MARCHE – Non sono andate giù al sindaco di Montalto Marche Daniel Matricardi, le parole del ministro De Micheli che ha parlato di responsabilità dei cittadini dei territori colpiti dal sisma nella lentezza della ricostruzione. “Dichiarazioni – spiega Matricardi – rappresentano chiaramente il fallimento della gestione del terremoto da parte del suo partito. Il Ministro De Micheli prenda atto che se la ricostruzione è bloccata è perche a distanza di tre anni e mezzo vi è ancora la necessità di ricorrere costantemente ad un tentativo di modifica, anche quest’ultima volta vano, di una legislazione inerente il sisma del tutto inadeguata, basata su un modello sbagliato, quello del sisma dell’Emilia Romagna, voluta dal PD”.

“Se tanti cittadini si sono dovuti riadattare ad una nuova quotidianità nelle zone costiere – continua il primo cittadino di Montalto – è solo per il fallimento nella gestione immediatamente successiva agli eventi sismici che non è stata in grado di riportare le persone nei propri paesi in un tempo ragionevole. Spero che tutti i Sindaci dei comuni del cratere, per rispetto dei propri cittadini, dopo aver all’unisono gridato recentemente in un incontro a Roma il fallimento dell’ultimo decreto sisma, che tutt’altro si è rivelato che svolta alla ricostruzione, inizino a dare un chiaro segno di protesta non presentandosi, come il sottoscritto, all’incontro che il Ministro ha in programma Martedi 28 gennaio ad Ascoli Piceno. Mi auguro che questa volta, dopo tali affermazioni, prevalga la dignità al servilismo di partito”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI