Massignano, Speca all’attacco del sindaco Romani: “Aveva detto che i tamponi rapidi non erano veritieri. Ora invece invita la cittadinanza ad andare a farli”

Print Friendly, PDF & Email
MASSIGNANO – Parla di “situazione incresciosa” il consigliere di opposizione massignanese Ercole Speca relativamente all’invito che il sindaco Massimo Romani ha fatto ai cittadini spronandoli a sottoporsi allo screening di massa. “Da quando si è sviluppata l’epidemia – spiega infatti Speca – i residenti si sono trovati “abbandonati” dall’amministrazione comunale in quanto, a seguito di 2 isolamenti fiduciari a fronte di positività da parte di insegnanti, è stato comunicato attraverso la figura del sindaco che i tamponi rapidi non avessero un risultato veritiero per cui non era ritenuto opportuno effettuare lo screening a tutti i bambini della scuola, cosa che invece è stata prontamente fatta nei comuni limitrofi. Tra l’altro pochi giorni fa, lo stesso sindaco ha sollecitato la popolazione a partecipare allo screening gratuito in corso in questi giorni. Ora ci domandiamo, prima non erano veritieri ed ora si?”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA