mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 22:06
mercoledì 7 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 22:06

Marche, nascono ufficialmente le cinque aziende sanitarie territoriali. Via libera della giunta

Saltamartini: “Era nostro obiettivo restituire alla cittadinanza una sanità di prossimità per ridurre liste di attesa e inefficienze”
▲  L’ospedale Madonna del Soccorso (ph. Zellern)
valelab

ANCONA
Via libera della giunta regionale alla costituzione delle cinque Aziende Sanitarie Territoriali delle Marche: Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro Urbino, Questa mattina l’ufficializzazione dopo l’approvazione delle rispettive delibere.

Soddisfatto l’assessore alla Sanità, Filippo Saltamartini: “Era nostro obiettivo restituire alla cittadinanza una sanità di prossimità per ridurre liste di attesa e inefficienze”.
“Questa riforma – spiega Saltamartini – ha un carattere epocale. Le Marche erano la sola regione in Italia ad avere un’unica Azienda Sanitaria. La pandemia ha evidenziato come una sanità centralizzata possa andare a detrimento della popolazione, in particolare quella residente nelle aree interne, soprattutto nell’erogazione dei servizi, quali il sovraffollamento dei pronto soccorso e le lunghe liste di attesa”.

“Riportare e rapportare i servizi al territorio – continua Saltamartini – In questa direzione vanno anche gli ospedali territoriali che, come nel caso di Pesaro e Urbino, sostituiscono gli ospedali unici”.

Le Aziende avranno autonoma personalità giuridica e autonomia imprenditoriale, organizzativa, amministrativa, patrimoniale, contabile, gestionale e tecnica. Le cinque delibere individuano i presidi ospedalieri con le strutture sanitarie e socio-sanitarie, l’assetto territoriale delle AST e la distribuzione dei Comuni afferenti.

Accanto a questi provvedimenti, con una ulteriore delibera sono state nominate fino al 31 dicembre 2022, la dottoressa Nadia Storti quale Commissario straordinario dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale (ASUR) e la dottoressa Maria Capalbo quale Commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord.

Nadia Storti, come previsto dalla legge di riforma, dovrà nominare anche i sub commissari chiamati ad accompagnare le Aree Vaste verso le Aziende Provinciali, i quali sono già individuati negli attuali cinque direttori di Area Vasta: Romeo Magnoni per l’Area vasta 1, la stessa Nadia Storti per l’Area vasta 2 ad interim, Daniela Corsi per l’Area vasta 3, Roberto Grinta per l’Area vasta 4 e Massimo Esposito per l’Area vasta 5.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

kokeshi
ecorigenerati 250

TI CONSIGLIAMO NOI…