Mandrelli: “Querela vergognosa, succede nelle dittature”

Print Friendly

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Flavia Mandrelli non molla la presa e, dopo l’interrogazione annunciata sulla vicenda della querela del Comune alle pagine satiriche sui social, condanna ancora una volta l’atteggiamento del sindaco Piunti.

“Qui c’è l’incapacità di comprendere cosa siano la satira e la libertà di parola”, tuona la consigliera comunale di Articolo Uno nel corso del suo intervento alla festa di Rifondazione Comunista. “E’ vergognoso, certe cose succedono nelle dittature”.

Le fa eco Andrea Sanguigni, che parla di “assenza di umiltà” tra i banchi della maggioranza. Al posto loro avrei imparato da chi ne sa di più, invece vedo un pressappochismo che fa male. Se osi dissentire vieni segato. Mi viene la nausea”.

La Mandrelli torna addirittura sulla vittoria di tredici mesi fa, quando il centrodestra si impose al ballottaggio, dopo un primo turno terminato 45 a 30 per Perazzoli. “A mio avviso il sistema elettorale è scandaloso. Sono nata con l’idea che la democrazia sia una cosa seria”.

CONDIVIDI