mercoledì 1 Febbraio 2023
Ultimo aggiornamento 10:21
mercoledì 1 Febbraio 2023
Ultimo aggiornamento 10:21

Maggioranza in crisi, Piunti: “Un incidente può capitare, due nella stessa serata no”

L'ex sindaco: "Il vicesindaco Capriotti, tentando di metterci una pezza, ha dimostrato che la pezza è sempre peggiore del buco"

“Un incidente di percorso può capitare, ma due in una stessa serata no”. A commentare il doppio ‘scivolone’ dell’amministrazione in consiglio comunale è Pasqualino Piunti. “E’ un segnale importante della maggioranza mandato ad una giunta autoreferenziale e arrogante”.

L’ex sindaco punta il dito soprattutto contro Domenico Pellei, a suo avviso vero sconfitto dell’assise di lunedì sera. “E’ assessore al bilancio e alle partecipate e ha ottenuto due bocciature su delibere da lui presentate. Si vede che manca una guida, ieri festeggiavano nove mesi di mandato. La montagna ha partorito il topolino”.

A saltare è stata la delibera che ufficializzava i finanziamenti per la lotta all’abusivismo in spiaggia, per la Festa della Madonna della Marina e per la manifestazione ‘Se non è zuppa è vredette’. “Non si è mai visto che un capo di giunta prima confermi un contributo per poi astenersi in assise al momento della conferma. Il vicesindaco Capriotti, tentando di metterci una pezza, ha dimostrato che la pezza è sempre peggiore del buco. Parlava di inaugurazione di un corso di partecipazione, poi però la maggioranza ha bocciato dei provvedimenti accusando l’amministrazione di non aver condiviso le scelte. E’ stato esilarante”.

Piunti chiede pertanto maggior rispetto per le forze di minoranza: “Il consiglio è sovrano, anche l’opposizione può dare il suo contributo, visto che ci sono persone di esperienza che hanno governato e figure nuove che stanno dimostrando assoluta adeguatezza”.

Della stessa opinione è pure Emanuela Carboni. “Si è evidenziata una palese dimostrazione di incapacità amministrativa. Non solo: il sindaco, ancora una volta, ha richiamato i consiglieri di minoranza, invitandoli paradossalmente “a non fare opposizione “, dimostrando di non aver ancora capito quale sia il nostro ruolo e ancora peggio il suo, quando si è astenuto sulla delibera di giunta sulla vigilanza in spiaggia che era stata precedentemente approvata dalla giunta di cui egli stesso fa parte. Tutto ciò non fa ben sperare su quale potrà essere l’attività amministrativa futura. I progetti realizzati in questi nove mesi erano tutti stati avviati dalla precedente amministrazione. D’ora in avanti si vedrà quale sarà la capacità dei nostri amministratori con vedute e opinioni tanto diverse che li porta a continue liti e discussioni con conseguente rallentamento dell’ordinaria e straordinaria amministrazione già provata dal recente riassetto degli uffici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

utes
sbizzura 250
stuzziko
logobianco

Le Rubriche

Sfogliando               Pausa Caffè               Podcast

TI CONSIGLIAMO NOI…