Madonna della Marina, anche Rifondazione attacca il Comune: “Le feste sono importanti, le persone lo sono di più”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sui 100 mila euro stanziati dal Comune per la Festa della Madonna della Marina interviene anche Rifondazione Comunista.  “Le feste sono importanti, le persone lo sono di più”, è il commento alla vicenda che, inevitabilmente, è diventata una questione anche politica.
“Sarebbe stato più opportuno, data la situazione attuale, destinare almeno una parte di quei fondi ad interventi sociali in aiuto dei nostri concittadini che in questi mesi stanno vivendo in una condizione di sempre crescente difficoltà economica. Già diversi mesi fa, in piena quarantena, il circolo cittadino di Rifondazione Comunista aveva chiesto all’amministrazione comunale un impegno maggiore su questo fronte, in modo da sostenere coloro che avrebbero maggiormente sofferto le conseguenze economiche e sociali generate dalla crisi. Non siamo stati purtroppo ascoltati. Avevamo evidenziato come l’erogazione dei buoni spesa, voluta e finanziata – in maniera, lo ribadiamo, piuttosto scarsa – dal Governo nazionale, fosse già di per sé sostanzialmente insufficiente, non potendo tutelare nemmeno i bisogni primari di un numero enorme di persone. Come noto e come da noi precedentemente denunciato, il Comune, responsabile dell’assegnazione di quei buoni sul nostro territorio, una volta esauriti i fondi nazionali a disposizione ha lasciato senza un sostegno poco meno di 600 famiglie sambenedettesi, che pure avrebbero avuto diritto al buono in base ai parametri individuati dallo stesso Comune”.

Conclude Rifondazione: “Riteniamo che, alla luce di questo cospicuo stanziamento in favore di attività importanti ma oggettivamente secondarie rispetto alla tutela del benessere delle persone, sia caduta ogni possibile attenuante applicabile all’azione della Giunta: se sono stati trovati 100mila euro per spettacoli ed eventi potevano e dovevano essere trovati per tamponare l’ondata di difficoltà che ha investito e continua ad investire molti nostri concittadini e concittadine”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA