Le Sardine attaccano Acquaroli sulla cena fascista: “Saremo presenti nelle Marche, la memoria è un valore fondamentale”

Print Friendly, PDF & Email

Le Sardine saranno in prima linea anche nelle Marche, dove a settembre si voterà per l’elezione del nuovo presidente di Regione. In tal senso, Mattia Santori fa già capire quali saranno i temi di punta della campagna elettorale del movimento nato lo scorso novembre.
“La Lega e Fratelli d’Italia sono noti per sviare le domande sull’antifascismo, è cosa nota”, ha detto il leader delle Sardine a L’Aria che tira. “Del resto nel simbolo di Fratelli d’Italia c’è il simbolo che richiama ala fiamma tricolore e la Lega non ha mai disdegnato una scelta di campo di un certo tipo. Nelle Marche parleremo di antifascismo”.

Santori ha quindi rispolverato la vicenda di Acquasanta risalente al 28 ottobre 2019, con una chiara frecciata a Francesco Acquaroli: “Il candidato della destra non disdegnava di partecipare alle cene sulla Marcia su Roma. Per noi la memoria è un valore fondamentale per la cultura e per la società di oggi. Insultare o scherzare sulla storia è un insulto alla memoria”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA