Lavori in corso al paese alto di Cupra, i dubbi dei grillini: “Siamo sicuri delle vibrazioni?”

Print Friendly, PDF & Email





CUPRA MARITTIMA – La realizzazione di un garage privato nel vecchio incasato cuprense diventa motivo di polemica politica da parte degli attivisti del Movimento Cinque Stelle. “L’impatto – denuncia la portavoce Elena Russo – è veramente impressionante: mezzi pesanti, gru, ruspe con relativi rumori e polveroni, abbattimento di alberi secolari, spostamento delle fogne e della condotta idrica, il tutto per l’abbassamento di diversi metri del piano stradale necessario per consentire l’accesso al garage. Tutto abbastanza fastidioso ma sarebbe nella norma, se non fosse che ad esserne teatro sono le antiche stradine del Paese Alto di Cupra Marittima uno dei luoghi panoramici più attraenti, storicamente più importanti e staticamente più fragili”.

La Russo avanza inoltre dei dubbi: “Le vibrazioni dei mezzi – spiega – provocano non poche ripercussioni sulle delicate strutture e gli abitanti di Cupra vecchia ne sono molto preoccupati, perché il tempo ha già profondamente segnato le antiche mura senza che ci si metta anche la mano dell’uomo. Si poteva evitare?”.