Insulti alla Boldrini, la condanna del sindaco di Massignano: “Mi vergogno come essere umano”

Print Friendly, PDF & Email




MASSIGNANO – “Mi vergogno come essere umano”. Sono parole di dura condanna, quelle del sindaco Massimo Romani che si è espresso sulla vicenda degli insulti della cittadina massignanese rivolti a Laura Boldrini e denunciati su Facebook dalla stessa presidente della Camera.

“Mi vergogno, non come primo cittadino del mio piccolo paese, ma come essere umano, per le espressioni volgari e violente che sono state rivolte alla Presidente della Camera – ha spiegato Romani -. Sono solidale e vicino a Laura Boldrini, che ha fatto bene a denunciare l’accaduto, così come a tutte quelle donne che quotidianamente vengono violentate fisicamente e verbalmente e che per svariati motivi non riescono a denunciare fatti così gravi”.

“Ritengo – continua il sindaco – che ogni persona è responsabile delle proprie azioni, che, se sbagliate, devono essere perseguite secondo quanto previsto dalla legge. Auspico che quanto accaduto stimoli una riflessione costruttiva anche fra i cittadini e le cittadine di Massignano, che, pur essendo un paese tranquillo e senza casi manifesti di violenza, non è un’isola felice”.




CONDIVIDI