Il movimento Nos contro l’assessorato alle pari opportunità: “Sminuisce il problema della violenza di genere”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il movimento civico Nos, intenzionato a creare una coalizione allargata di centrosinistra guidata dal Pd si scaglia contro l’assessorato alle pari opportunità di San Benedetto: “In tutta Italia, così come nel nostro territorio, si sono susseguiti  gravi episodi di discriminazione e violenza di genere ai quali non hanno fatto seguito adeguate reazioni né da parte del mondo politico  né da quello istituzionale, e che anzi hanno incontrato il sostanziale sostegno di ampi settori della società. L’assessorato anziché affrontare senza ambiguità il problema, ha sminuito il fenomeno sostituendone la dimensione sociale e  culturale con quella psicologica e individuale, arrivando persino ad affiancare e, di fatto, equiparare strumentalmente la violenza sulle donne a quella diretta verso il genere maschile”.

Prosegue il movimento: “Contemporaneamente, l’omologo assessore regionale Giorgia Latini rilascia dichiarazioni che rischiano di far retrocedere – come già avvenuto altrove, non ultimo il caso Umbria – le Marche in materia di diritti, mettendo pericolosamente in discussione la legge 194, la cui applicazione nella nostra regione è già carente e discontinua. Noi donne aderenti al progetto civico cittadino Nos intendiamo proporre a quanti rifiutano questa preoccupante regressione, la costituzione di un coordinamento permanente, trasversale, collettivo e aperto a tutti coloro – donne e uomini – che vogliano attivarsi per contrastare discriminazioni, violenze e arretramento di quei diritti troppo spesso ostracizzati da un’ondata politica reazionaria e conservatrice. Un coordinamento che sia in grado di dare il giusto rilievo alle tematiche di genere a partire dalle prossime elezioni comunali ma che ambisca a costruire anche una presenza sul territorio ben oltre il momento elettorale”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI