martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 05:53
martedì 6 Dicembre 2022
Ultimo aggiornamento 05:53

Il centrosinistra si ricompatta in nome della pace. Sabato pullman per la manifestazione di Roma

A lanciare la proposta è stato il gruppo Pd, Articolo Uno e Nos, al quale si sono in breve tempo aggiunti Cambia San Benedetto e le liste a sostegno di Canducci
valelab

SAN BENEDETTO DEL TRONTO
Il centrosinistra si ricompatta ancora una volta in nome della pace russo-ucraina. Dopo la protesta in difesa del progetto del ponte ciclopedonale sul Tronto, l’occasione per una nuova battaglia condivisa la offre la manifestazione nazionale del 5 novembre a Roma alla quale si potrà prendere parte salendo sul pullman che partirà sabato alle 8 dalla zona dello stadio Riviera delle Palme.

A lanciare la proposta è stato il gruppo Pd, Articolo Uno e Nos, rappresentato da Aurora Bottiglieri, al quale si sono in breve tempo aggiunti Cambia San Benedetto e le liste a sostegno di Paolo Canducci, eccetto Azione. “Siamo vicini all’Ucraina – spiega la Bottiglieri – ma è arrivato il momento di interrompere un conflitto che sta coinvolgendo tutti. Ci rifacciamo a ciò che è scritto nella nostra Costituzione e alle parole del Papa. Non ci saranno bandiere e simboli di partito. Ci piacerebbe se partecipasse pure la destra”.

Della stessa opinione anche Paolo Canducci: “Abbiamo aderito con convinzione. Non c’è dubbio che l’Ucraina sia l’aggredita e la Russia l’aggressore, tuttavia siamo convinti che la soluzione non sia nelle armi. Occorre aprire necessariamente un tavolo per la pace e l’Europa deve esserne protagonista”. Lo scorso maggio, proprio Canducci attraverso l’associazione Buon Vento aveva promosso la mostra ‘La pace manifesta’, oltre a lanciare – appena scoppiato il conflitto – i primissimi aiuti al popolo ucraino. Sul fronte Pd, invece, il 25 luglio si era svolto un incontro sull’argomento alla presenza di Toni Capuozzo.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

campanelli 250
menoamara

TI CONSIGLIAMO NOI…