I renziani scaricano Ceriscioli: “Serve discontinuità, non vogliamo perdere la guida della Regione”

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Italia Viva dice no al Ceriscioli bis. La decisione è arrivata al termine dell’incontro svolto ad Ancona giovedì pomeriggio al quale ha preso parte, tra gli altri, anche il rappresentante sambenedettese del movimento renziano Luigi De Scrilli.

“Italia Viva ha ribadito la necessità di una discontinuità con l’attuale governatore. Nell’anno in cui si celebra il cinquecentenario della morte di Raffaello, l’interprete principale del Rinascimento, è inaccettabile e incomprensibile permettere alla destra di governare la nostra regione, anche perché i cittadini marchigiani non hanno fatto nulla per meritare una simile condanna”.

Italia Viva si rivolge quindi direttamente al Pd: “Deve decidere a questo punto cosa vuole fare nelle Marche: se perdere sicuramente o cercare di vincere. Noi vogliamo vincere perché perdere è brutto, ma ancora più brutto è riunirsi al bar o in un circolo politico per raccontare la storia di come si è perso”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI