domenica 3 Luglio 2022 – Aggiornato alle 23:20

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Guardie giurate contro i vu cumprà, l’amministrazione ci riprova

Incontro sul tema con la Confartigianato. Chiodi: "Stavolta vogliamo intraprendere un percorso diverso rispetto all'anno scorso"

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il progetto della vigilanza privata chiamata a contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale torna sul tavolo dell’amministrazione, che discuterà dell’argomento in occasione dei prossimi incontri di maggioranza.

La scorsa primavera il tema tenne banco, con il Comune che si dichiarò disponibile a partire con una sperimentazione in spiaggia e in centro a partire da luglio, ma la mancata adesione in massa degli operatori fece naufragare l’iniziativa.

“La problematica c’è e la scorsa settimana ne abbiamo discusso con la Confartigianato, che ci ha espresso la preoccupazione dei commercianti”, spiega Carmine Chiodi. “Stavolta vogliamo intraprendere un percorso diverso dall’anno passato. Stiamo riflettendo e ne discuteremo”.

Nel 2017 l’intervento presentato alle associazioni di categoria sarebbe costato circa 180 mila euro, con l’amministrazione che avrebbe contribuito con una copertura di 20 mila. Il costo si sarebbe dovuto dividere tra ambulanti regolari, concessionari di spiaggia, negozianti e albergatori.

Gli ambulanti avrebbero dovuto versare 100 euro a testa, i concessionari di spiaggia e gli esercenti a struttura fissa 200, mentre gli albergatori 300. All’epoca sarebbero dovuti essere poco più di trenta i ‘vigilanti’ interessati, chiamati a pattugliare la spiaggia da mattina a tardo pomeriggio, lungomare e spiaggia dalle 18 a mezzanotte e le zone del mercato bisettimanale dalle 9 alle 14.

la baia

Ultime notizie

francesca piunti

TI CONSIGLIAMO NOI…