giovedì 26 Maggio 2022 – Aggiornato alle 18:54

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Il caso

Guardia medica a Comunanza, Antonini: “Va tutelato l’entroterra Piceno”

Il consigliere regionale della Lega: "La sinistra ha massacrato la sanità marchigiana"
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
COMUNANZA
“Raccolgo la denuncia del sindaco di Comunanza Cesaroni, dei consiglieri comunali Manuela Corbelli di Montemonaco, Angelo Sciamanna, Simona Armillei, Luigi Franconi e Filippo Virgili di Comunanza.
Bisogna attivarci in fretta e in maniera risolutiva per garantire la Guardia Medica ad un’area importante e strategica come quella che fa riferimento a Comunanza, ai piedi dei sibillini. Un’area che sta cercando di rialzare la testa dopo tutte le note avversità affrontate”. Lo afferma il consigliere regionale della Lega Andrea Maria Antonini, che denuncia le stesse criticità anche a Montefiore dell’Aso.
“La sinistra ha massacrato la sanità marchigiana, piceno incluso, utilizzando i due verbi “chiudere” e “tagliare”. Abbiamo scongiurato il taglio dei due ospedali maggiori, ma ancora c’è da fare per tutelare l’entroterra: è per noi una priorità politica. Il problema della mancanza di personale medico è serio ed è un’eredità pesante. Ma ci siamo assunti la responsabilità di governare e abbiamo il dovere di dare risposte. Al lavoro quindi per il nostro territorio”.
campanelli 250

Ultime notizie

euro 3 250

TI CONSIGLIAMO NOI…