Grottammare, Pulcini (PD): “Alleggerire la Tari per le imprese e rinviare pagamenti di Iva e contributi”


Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – Annullare in parte la Tari per le imprese e posticipare il pagamento di Iva e contributi. Lo chiede il segretario del Pd di Grottammare Umberto Pulcini che interviene sull’emergenza coronavirus. “Oltre che rispettare le regole – spiega – e rimanere a casa altro non possiamo fare e dunque oltre a stare in ansia per i nostri concittadini in ospedale e stare vicini ai nostri medici, siamo fortemente preoccupati per il futuro delle nostre famiglie, delle nostre attività e dunque dell’Italia Intera. L’azione politica ora è quella di supportare il governo e inviare proposte per il futuro decreto di aprile al fine di tenere tutti dentro nei provvedimenti perché tutti siamo comunità”.

“Mi permetto – continua – di inviare alcune proposte che potrebbero essere utili come quella di annullare in parte la tari per le imprese compensando il mancato ingresso per i comuni tramite una erogazione statale, rinviare di almeno di 9 mesi il versamento INPS, rinviare  di 9 mesi il versamento dell’IVA, dare assolutamente un ristoro a tutti i possessori di partita IVA e liberi professionisti estendedo il RdiC per il periodo di stop. Dare la  possibilità ai Comuni, al fine di avere subito del denaro da spendere, di sbloccare il vincolo di bilancio liberando migliaia e migliaia di euro cancellando il fondo crediti di dubbia esigibilità, inoltre dare ai Comuni la possibilità di avere un rimborso sulle spese legate al Ristoro delle cooperative che si occupano di minori non accompagnati. E’ dunque necessaria avere liquidità tanta liquidità perché oggi l’Italia piange migliaia di connazionali ma domani potrebbe non rialzare la testa senza aiuti cospicui con il conseguente disagio economico che porterebbe a generare un disagio collettivo fisico e mentale.
Restiamo a casa perché così ne usciremo prima”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA