Fratelli d’Italia vuole tutte le cariche di Assenti, ma Forza Italia si mette di traverso. Nuovi problemi per Piunti

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le dimissioni di Andrea Assenti rischiano di scatenare un conflitto all’interno della maggioranza ad un anno dalla scadenza del mandato. L’avvocato sambenedettese, che ha deciso di candidarsi alle Regionali, ha lasciato sul piatto e cariche importanti come il ruolo di vicesindaco e gli assessorati ai lavori pubblici e alle partecipate.

Fratelli d’Italia, in tal senso, porta avanti un concetto semplice: quegli incarichi erano nostri e al nostro partito devono restare. Ad oggi i meloniani non hanno ancora espresso un nome da sottoporre al giudizio del sindaco e non è detto che arrivi a breve. Gli alleati però non intendono restare a guardare, a partire da Forza Italia che sottolinea come Gianni Balloni abbia ottenuto tempo fa la delega all’urbanistica.

L’auspicio dei berlusconiani, pertanto, è che l’assessorato ai lavori pubblici rimanga tra le mani di Piunti.

I tempi, come detto, potrebbero essere lunghi e a tal proposito esistono dei recenti precedenti. Nel febbraio 2016, infatti, Roberto Bovara venne nominato assessore al bilancio dieci mesi dopo le dimissioni del predecessore Fabio Urbinati, che aveva mollato la delega proprio per candidarsi alle regionali.

Non è escluso che Piunti faccia altrettanto. Anche per placare gli animi di un centrodestra sempre più insofferente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA